Concerti Magazine Martedì 12 febbraio 2013

Festival 2013: Sanremo Story racconta la canzone italiana

Enzo Tortora e Arturo Testa a Corso Fiorito nel 1965
© Archivio Moreschi - Sanremo
Altre foto

Magazine - In concomitanza con la sessantatreesima edizione del Festival di Sanremo, presso il Centro Commerciale Roma Est, fino di via Collatina, fino al 17 febbraio vanno in scena le iniziative di Sanremo Story in Love, un omaggio al Festival della Canzone Italiana, tra musiche, anedotti, curiosità, fotografie storiche e caricature. (Leggi il programma).

La kermesse, a cura del giornalista Claudio Porchia, è dedicata e si ispira all'allestimento del 2010 del regista e scenografo Pepi Morgia e si snoda tra uno spettacolo con brani eseguiti da Marisa Fagnani, immagini in bianco e nero dell'archivio Moreschi di Sanremo, aneddoti e racconti curiosi a cura di Claudio Porchia e animazioni umoristiche a cura del cartoonist Tiziano Riverso e del comico Carmine Faraco.

In occasione della mostra, pubblichiamo di seguito alcuni aneddoti sul Festival della Canzone Italiana, insieme alle Foto dell'Archivio Moreschi di Sanremo.

Fiori e Festival: il biglietto da visita di Sanremo nel mondo

Dopo la gaffe del primo anno, quando per la vincitrice non era stato preparato nessun mazzo di fiori e si dovette rimediare all’ultimo momento con dei garofani appassiti recuperati in sala, l’anno successivo l’azienda Fazio di Latte di Ventimiglia rimedia all’errore ed offre a Nilla Pizzi un mazzo di papaveri Nilla dedicati alla regina del festival. Prende inizio così la tradizione di dedicare un fiore ad un personaggio del Festival, tradizione che si estenderà a tutto il mondo dello spettacolo.

Con l’arrivo della televisione i fiori vengono largamente utilizzati per ornare il palco del salone delle feste del Casinò fino ad allora piuttosto disadorno e buio. In un crescendo di anno in anno, nel 1965 arrivano le nozze fra il Festival ed il Corso fiorito, una festa cara ai sanremesi.

Due mondi molto diversi, quello della musica e della floricoltura,  si uniscono creando uno spettacolo nello spettacolo, un’autentica esplosione di note, profumi e di colori.

Le foto dell’archivio Moreschi documentano bene questo momento irripetibile. Poi fra alti e bassi le due manifestazioni si sono allontanate.

Il Corso fiorito è stato rilanciato recentemente dopo anni di abbandono, ma per ragioni economiche è stato spostato a marzo. Il Corso fiorito non è più l’appuntamento che annuncia l’arrivo del Festival in città, mostrando i fiori in televisione a gennaio quando al nord regna il gelo e la nebbia, ma una delle tante manifestazioni dedicate ai fiori della primavera.

Festival e polemiche

Polemiche e discussioni hanno sempre accompagnato tutte le edizioni del Festival. Fra i diversi tormentoni quello del nome del vincitore. Tutta la manifestazione è attraversata dal sospetto che sia deciso prima della gara il nome del vincitore. Gli interessi  economici delle case discografiche e della televisione, l’intreccio con la politica ed una platea mediatica in grado di attirare numerosi personaggi in cerca di pubblicità alimentano una polemica continua sulla correttezza delle giurie e la validità delle votazioni. Nel 1970, a dimostrazione, che la polemica non è osteggiata, ma favorita dagli organizzatori, per scoprire se era vero che il vincitore era stato già deciso viene ingaggiato il commissario Maigret presente a Sanremo per uno spettacolo teatrale. Gino Cervi, nei panni del famoso commissario dal fiuto infallibile, conduce l’indagine  interrogando giornalisti, giurati e dirigenti. La conclusione scontata: tutto regolare, parola di Maigret.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Fotogallery

Oggi al cinema

La casa delle bambole Ghostland Di Pascal Laugier Horror 2018 Pauline e le due figlie adolescenti, Beth e Vera, ricevono in eredità una vecchia villa piena di cimeli e bambole antiche che rendono l'atmosfera tetra e inquietante. Durante la notte, due intrusi penetrano nella casa e prendono in ostaggio le... Guarda la scheda del film