Concerti Magazine Giovedì 21 marzo 2002

Torna il grande jazz a Genova

Udite udite, i tempi magri per il jazz genovese stanno per terminare. Dopo la fine delle entusiasmanti stagioni al Carlo Felice (con nomi tipo Ornette Coleman, Sonny Rollins, Wynton Marsalis, Pat Metheny, Keith Jarrett eccetera) e il lungo periodo di ristrettezze, qualcosa ricomincia a ingranare.
Il merito è del di Palazzo Ducale, che è riuscito a legare intorno a sé tutte le realtà genovesi che si occupano di questa musica o che possono offrire gli spazi per organizzare concerti.

Il primo frutto di questi sforzi è una micro-stagione concertistica, incentrata su quattro appuntamenti di qualità. In contemporanea si terrà la terza edizione della rassegna Jazz Emergente in Liguria e per finire un ciclo di filmati d’antan. Non mancherà un prosieguo estivo, con concerti a Recco e Sori.
Ma andiamo con ordine.

CONCERTI
Si comincia lunedì 25 marzo, con la Barry Martyn New Orleans Band, alla Sala Sivori. Inglese, batterista-vocalista di lungo corso, sempre impegnato nella causa dell’hot-jazz, sarà accompagnato dal clarinettista belga Rudy Balliu, dal nostro Luciano Invernizzi al trombone e dal francese Pierluc Puig al contrabbasso.
Due giorni dopo, mercoledì 27 marzo, questa volta alla Sala Maestrale dei Magazzini del Cotone, sarà la volta del David Murray Quartet. Il sassofonista californiano, autore e musicista a dir poco prolifico (quasi 400 incisioni – ed ha 46 anni), è uno degli alfieri dell’odierna avanguardia, in grado di conciliare il free-jazz con una salda matrice afroamericana.
Il mese prossimo, giovedì 11 aprile, la scena – questa volta al Louisiana Jazz Club – sarà riservata ad una formazione italiana, il Bruno de Filippi Trio. De Filippi, virtuoso dell’armonica, che ha suonato anche per Mina, Paoli e Pino Daniele, sarà accompagnato da Gianluca Tagliazucchi al piano e da Marco Battelli al contrabbasso.
Si finisce in bellezza, venerdì 24 maggio, con l’Archie Shepp Quartet all’Auditorium del Carlo Felice. Shepp non ha certo bisogno di presentazioni, visto che si tratta di uno dei più autorevoli esponenti del free-jazz in circolazione: il suo stile imprevedibile, fatto di salti d’ottava, cambi di timbro improvvisi ha affascinato anche personaggi del calibro di John Coltrane. Shepp sarà accompagnato dal trio di Massimo Faraò, con Bobby Durham alla batteria.
I concerti inizieranno alle 21, eccetto quello di aprile che è previsto mezz’ora dopo.
(Per informazioni 010 585241 oppure www.italianjazzinsitute.com )

CONCORSO «JAZZ EMERGENTE IN LIGURIA»
Giunto alla terza edizione, e allargato anche a gruppi piemontesi e toscani, questo concorso si sta già segnalando per la qualità dei musicisti in gara: i vincitori degli anni passati sono ormai delle piccole realtà della scena jazz italiana.
Le serate, che vedranno ogni volta tre gruppi salire sul palco, si terranno all’Auditorium del Carlo Felice il 5, 12 e 19 aprile: gran finale con premiazione il 17 maggio.

IL JAZZ SUL PICCOLO SCHERMO
Preziosa e prelibata rassegna curata da Adriano Mazzoletti. Grazie a vere e proprie rarità provenienti dall’archivio RAI, sono state organizzate quattro serate con filmati introvabili dei concerti di Gerry Mulligan, Dizzy Gillespie, Stan Getz e altri. In agenda per il 15 e 22 aprile e per lunedì 6 e 13 maggio.

15° RASSEGNA JAZZ DEL GOLFO DEL PARADISO
Ci sarà tempo per essere più precisi, anche perché il programma è ancora in larga parte da definire e il debutto è previsto a luglio. Oltre ai classici appuntamenti jazz di Sori, quest’anno è prevista anche un’appendice blues a Recco. Il nome di spicco è senza dubbio quello di Jimmy Smith, universalmente acclamato come il miglior organista jazz al mondo…

Insomma, non siamo ancora ai livelli di qualche anno fa, ma Genova si sta attrezzando. Il futuro è roseo, nel frattempo godiamoci queste primizie.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Il complicato mondo di Nathalie Di David Foenkinos, Stéphane Foenkinos Drammatico 2017 Nathalie Pêcheux è una professoressa di lettere divorziata, cinquantenne in ottima forma e madre premurosa finché non scivola verso una gelosia malata. Se la sua prima vittima è la figlia di diciotto anni, Mathilde, incantevole... Guarda la scheda del film