Concerti Magazine Mercoledì 9 gennaio 2013

Gianna Nannini: 'Inno', un nuovo album per la rinascita

Magazine - Si dice che la maternità migliora le donne. Gianna Nannini ne è la dimostrazione. Sulla copertina del suo nuovo disco, Inno, è quasi radiosa.
Martedì 15 gennaio
è il giorno scelto per la pubblicazione del nuovo lavoro della rocker toscana, che da aprile tornerà anche a suonare dal vivo. Inizierà, infatti, da Roma un tour in due tranche che la porterà, oltre che in Italia, in Germania, Francia, Spagna e Olanda.

L'album, che contiene tredici brani ed è il diciottesimo della carriera della Nannini, è stato registrato negli studi di Abbey Road con la presenza anche della London Studio Orchestra diretta da Wil Malone: è un disco positivo, ottimista e speranzoso.

Dodici brani (e un'introduzione strumentale) dove hanno collaborato anche Tiziano Ferro (con Nostrastoria), il fidato Pacifico e Isabella Santacroce. L’album segue il percorso che la rockstar senese ha abbracciato da diversi anni: melodia, passione e testi che sottintendono quasi sempre un legame esclusivo tra due persone. Un contrasto tra gioia e dolore, con impennate ritmiche, come in Scegli me, con un riferimento a Celentano. Nell'album anche un brano di Marco Mengoni. Non poteva mancare la carezza alla figlia Penelope, che ha da poco compiuto due anni, in Ninna Nein. Spazio anche al ricordo, con il brano dedicato a un caro amico, Danny, morto qualche anno fa.

Questo è un lavoro dedicato alla scrittrice Elsa Morante, spiega la Nannini, che nel brano Tornerai ha inserito una frase tratta da Il mondo salvato dai ragazzini. Il titolo Inno, spiega, vuole sottolineare la voglia di cantare un inno non più alla nascita, come il precedente Io e te, ma alla rinascita. Dell'Italia, ma sopratutto di se stessa.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Non ci resta che vincere Di Javier Fesser Commedia 2018 Marco Montes è allenatore in seconda della squadra di basket professionistica CB Estudiantes. Arrogante e incapace di rispettare le buone maniere viene licenziato per aver litigato con l'allenatore ufficiale durante una partita. In seguito si mette... Guarda la scheda del film