Magazine Sabato 22 dicembre 2012

Il Villaggio di Babbo Natale in Lapponia: ecco come arrivare

© santapark.com

È uscito nelle principali edicole il libro Dove si nasconde Babbo Natale? Guida incantata alla Lapponia (Guidemoizzi, 2012, 95 pp, 5.90 Eu) di Maura Giunta e Stefano Lanzardo: una guida turistica per mamme e papà ma soprattutto per i loro bambini, per scoprire insieme il magico mondo dove vive e lavora Babbo Natale: la Finlandia e le distese di neve, l’aurora boreale e i castelli di ghiaccio, le fattorie delle renne e il safari con gli husky. Suggerimenti pratici e indicazioni fondamentali per una vacanza vera o solo immaginata alla scoperta di Santa Claus.

Di seguito pubblichiamo un estratto del libro.

Magazine - Rovaniemi è l’unico luogo al mondo dove è possibile vivere sempre la magia del Natale. A circa otto chilometri a nord della città, infatti, si trova il villaggio di Babbo Natale, il luogo che Santa Claus ha scelto come sua residenza ufficiale.

Se siete ansiosi di conoscere Babbo Natale e la sua allegra famiglia, potete recarvi al suo ufficio di Korvatunturi - questo il nome delle località - e incontrarlo di persona. Korvatunturi in finlandese è la traduzione di montagna a forma di orecchie: sono queste le orecchie che servono come satelliti a Babbo Natale per catturare tutti i desideri di grandi e piccini. Tutti i desideri vengono poi trasmessi dall’ufficio apposito a Babbo Natale in persona.
Il suo ufficio è aperto tutto l’anno e chiunque voglia farvi visita è il benvenuto. Babbo Natale ascolta tutti, e a tutti risponde con un caloroso saluto e la sua sonora risata: “Oh, Oh, Oh!”. Un’esperienza unica da riporre in valigia e riportare a casa insieme agli altri ricordi e souvenir della cultura lappone.

Babbo Natale è felice di incontrare bambini e adulti e di ascoltare i loro desideri. È anche un bravo cantante per cui potrebbe capitare di sentirlo intonare un canto di Natale o due con i bambini che vanno a trovarlo. Potrete toccare la sua barba, che è un po’ più lunga di un semplice pizzetto, e godervi quell’atmosfera di benevolenza. La sua missione è infondere felicità in tutto il mondo con i suoi amici pelosi: le renne.
Potrete anche accarezzarle per ore e provare a farvi solleticare la mano toccando il loro pelo.

Potrebbe interessarti anche: , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani

Oggi al cinema

Ognuno ha diritto ad amare Touch me not Di Adina Pintilie Drammatico 2018 Laura non può sopportare di essere toccata. Prova anche con un giovane che si prostituisce ma non riesce a superare il suo problema. Christian soffre di una disabilità grave e parla con grande sincerità dei propri desideri in campo... Guarda la scheda del film