Concerti Magazine Giovedì 20 dicembre 2012

Il Festival di Sanremo non slitta: all'Ariston dal 12 al 16 febbraio 2013

Max Gazzè, in gara tra i big al Festival di Sanremo 2013

Magazine - «W la Rai!» con un cinguettio su Twitter Fabio Fazio mette fine alle discussioni sul palinsesto che hanno tenuto banco nell'ultima settimana: il Festival di Sanremo 2013 non slitterà causa elezioni e resterà in calendario così com'è, dal 12 al 16 febbraio.

La scelta della dirigenza Rai è giunta dopo giorni di discussione tra i vertici di viale Mazzini, il conduttore, la prima rete e gli autori: a motori avviati, spostare in corsa la macchina del Festival - con gli ospiti da fermare e i contratti da firmare - sarebbe risultato davvero difficile.
Eppure, per far spazio in palinsesto alle tribune elettorali e agli spazi di approfondimento sull'election day, nei giorni scorsi l'ipotesi di far slittare Sanremo era data per quasi certa anche dallo stesso Fazio, che su Twitter scriveva «Segni che il Festival verrà spostato».

A cambiare le carte in tavola è stata la decisione congiunta di Quirinale e Viminale, che hanno fissato le elezioni a domenica 24 febbraio, una settimana dopo il preventivato 17 febbraio che si sarebbe sovrapposto alla kermesse canora.

Da adesso in poi, si dovrebbe iniziare a parlare solamente di musica, per un Festival che grazie alle scelte della Commissione artistica guidata da Mauro Pagani promette di segnare una rottura - perlomeno parziale - con le edizioni precedenti targate Gianmarco Mazzi.
Leggi l'elenco completo di canzoni e cantanti in gara.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La dolce vita Di Federico Fellini Drammatico Italia/Francia, 1960 Roma anni '60. Massimo giornalista di un rotocalco scandalistico, si trova in mezzo ai vizi e scandali di quella che era definita "la dolce vita" dei divi del momento. Guarda la scheda del film