Magazine Lunedì 4 dicembre 2000

I quattro premi Anthia

Magazine - L’Associazione Amici di Peagna nasce vent’anni fa con l’intento di dar voce e promuovere la cultura ligure in tutte le sue forme di espressione artistica. Ogni anno vengono raccolti cinquecento/ seicento testi che abbiano come tema un argomento ligure: di questi viene fatta una breve recensione che viene inclusa nel catalogo annuale di circa 120 pagine che viene inviato alle varie associazioni culturali liguri e anche ai centri liguri che si trovano all’estero.In estate, sotto la direzione del professor Franco Gallea, si tiene un importante incontro in cui vengono presentati testi degli ultimi cinque anni su temi di interesse ligure. L’evento si svolge dall’ultimo sabato di agosto alla prima domenica di settembre. Nell’ambito di questa iniziativa vengono assegnati i quattro Premi Anthia: uno per il Libro Ligure dell’anno che viene votato dai librai liguri in base non tanto ai volumi di vendita ma al valore intrinseco dell’opera; uno all’ente o alla persona che abbiano contribuito alla diffusione libraria della cultura nella nostra regione; un Premio a un artista che abbia onorato il mondo ligure (in passato fra i vincitori ci sono stati la Milani, Luzzati, Calvino con il ritiro del premio da parte della moglie); un Premio biennale ad un film ligure di almeno 20 minuti di tipo documentaristico o creativo. La manifestazione si tiene a Ceriale di Peagna presso l’antico frantoio e ogni serata è animata con la partecipazione di personaggi noti e significativi per il mondo culturale ligure. Per il prossimo anno è già prevista una serata dedicata al noto poeta Camillo Sbarbaro in collaborazione con le varie università italiane.Per il futuro è in programma la nascita di un vero e proprio centro culturale di carattere ligure cui possano accedere tutt le persone interessate, studiosi e non, per poter consultare l’immenso patrimonio artistico che è stato raccolto in tutti questi anni di attività.

di Annamaria Tagliafico

Potrebbe interessarti anche: , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani

Oggi al cinema

Umberto D Di Vittorio De Sica Drammatico Italia, 1952 Umberto D., vecchio funzionario ministeriale, costretto a vivere d'una pensione insufficiente, si dibatte tra difficoltà economiche insuperabili. Egli occupa una misera camera ammobiliata, dalla quale l'esosa padrona di casa minaccia di sfrattarlo.... Guarda la scheda del film