Weekend Magazine Martedì 26 febbraio 2002

Scopri gli abissi

Magazine - La parte del mondo che conosciamo meno sono gli abissi marini. E quando scrivo “meno”, uso un eufemismo, visto che gli scienziati ipotizzano che ci siano ben 8 milioni di specie sconosciute, lì sotto, che se la spassano a nostra insaputa.

E pare che, in verità, non se la passino neppure troppo bene visto che spesso e volentieri i cari abissi vengono scambiati per una pattumiera, come testimoniano le immagini fornite da inserite nel percorso di . Viaggio nei misteri delle profondità marine da intraprendere semplicemente varcando la soglia dell’ . Avventura spazio-temporale per scoprire le profondità marine e il rapporto dell’uomo con i fondali attraverso i secoli.

La mostra Abissi verrà ospitata dall’Acquario fino alla fine di settembre, e oggi 27 febbraio, ha presentato i suoi nuovi ospiti: la Chimera, cuginetta dello squalo che arriva a immergersi fino a 1000 metri e la Paromola, un granchio mediterraneo specializzato in mimetismo. Ospiti che si aggiungono a quelli già presenti, e cioè il pesce Flash e il Granchio Gigante del Giappone, ovvero il più grande crostaceo esistente sulla faccia della terra, la cui apertura di zampe può raggiungere un’ampiezza di 4 metri.

Inoltre, a far immergere virtualmente nel mondo sottomarino i visitatori ci pensa il film a tre dimensioni Krakken, che mostra come saranno gli abissi tra 10 milioni di anni, o almeno come prevede che saranno, il paleontologo Dougal Dixon. E così sullo schermo si assiste all’avventura di un piccolo krakken, figlio di una sorta di foca gigante lunga quaranta metri, intento a fuggire dai mostruosi e sanguinari Jabberwocky, spaventevoli rettili acquatici.

Insomma, se hai voglia di stupirti scoprendo i misteri delle profondità marine, e solo l’idea di allontanarti dalla riva per più di tre metri ti sconvolge, questa mostra potrà farti rimanere a bocca aperta. E, non è escluso l'insorgere di qualche strana voglia...io, per esempio, mi sono appena comprata un paio di pinne.

(nella foto in alto un'immagine tratta dal film Krakken)