Concerti Magazine Martedì 5 febbraio 2002

"Canto di Spine" degli Altera

Magazine - Musica e poesia. Un connubio difficile. Ci hanno provato gli Altera, gruppo genovese che ha presentato il suo nuovo cd, «Canto di spine. Versi italiani del ‘900 in forma canzone», un'antologia sonora di poesia. Anteprima nazionale “live” del disco al Teatro Duse, lunedì 4 febbraio, con ospiti e sorprese, organizzata dal “Centro della creatività – Politiche giovanili” del Comune. Il progetto di fare incontrare due generi così diversi come la musica rock e la poesia nasce da un’idea di Stefano Bruzzone, leader degli Altera, e di Franz Di Cioccio della PFM. «Ero ad un seminario sul rock anni ’70 - racconta Franz - incontro Stefano che mi propone un progetto che all’inizio mi sembrava impossibile: poesia musicata. Ho pensato: in fondo i poeti sono cantautori senza strumenti. Il confine tra musica e poesia è labile. La poesia entra ed esce dalla musica. Certi testi di artisti rock sono delle grandi poesie anche senza la musica». Di Cioccio ha prodotto il disco («il mio progetto più bello») e suona in un brano, “Sera di Pasqua”, titolo tratto da una poesia di Montale.
Altri ospiti illustri: Omar Pedrini dei Timoria, "Freak" Antoni degli Skiantos, il poeta Alessandro Quasimodo e la poetessa Alda Merini, che appare nuda sulla copertina del disco in una foto scattata alla Biennale di Venezia, ma che non ha potuto partecipare alla presentazione.

Il disco contiene testi dei maggiori poeti italiani del novecento, da Pavese a Pasolini, da Montale a Quasimodo a Levi, tutti cantati tranne “Se questo un uomo” di Primo Levi, che è invece recitato dalla voce di Alessandro Quasimodo, «per rispetto – sottolinea l’attore – erano parole troppo “forti” per essere musicate».
Il gruppo ha proiettato il video di “Sera di Pasqua”, diretto da Kany Lee e girato nella stessa “location” del film “Teorema” di Pasolini. «Non l’ha ancora visto nessuno – si lamenta Stefano degli Altera – perché MTV ha rifiutato di trasmetterlo. L’ha “passato” in anteprima solo Telecittà». In effetti, contiene immagini piuttosto crude sul G8 e sulla guerra, ed è quasi interamente girato in una chiesa.

La performance al Duse comincia con Claudio Pozzani, poeta e musicista genovese, instancabile organizzatore di spettacoli, cha ha recitato una sua poesia-canzone. Molto bravo. Teatro pieno. Non c’è più un posto a sedere, quando arrivano gli Altera. Il quintetto genovese fa un rock di derivazione anni ’70, con piccole puntate nell’heavy metal, soprattutto nei fraseggi e nel cantato. Propongono tutti i brani del cd, musica potente quindi, più due pezzi in versione “unplugged”. Bravissimi tecnicamente. Franz Di Cioccio e Francesco Moneti, violinista dei Modena City Ramblers, salgono come guest stars per due brani. Alessandro Quasimodo ha recitato “Se questo è un uomo” di Levi e “Amico Fragile” di Fabrizio De André. Gran finale con “Sera di Pasqua”.

I proventi dei diritti degli Altera sulle vendite del disco andranno interamente ad Emergency.
Gli Altera sono: Stefano Bruzzone – voce, Davide Giancotti – chitarra, voce programmino, Guido Zanone – basso, Santo Florelli – batteria.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La casa delle bambole Ghostland Di Pascal Laugier Horror 2018 Pauline e le due figlie adolescenti, Beth e Vera, ricevono in eredità una vecchia villa piena di cimeli e bambole antiche che rendono l'atmosfera tetra e inquietante. Durante la notte, due intrusi penetrano nella casa e prendono in ostaggio le... Guarda la scheda del film