Magazine Mercoledì 30 gennaio 2002

Uomini in fuga

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Cara Antonella,
mi piace questa tua nuova rubrica perché è intrigante comunicare attraverso la rete, senza che nessuno sappia chi sono. Mi sembra che non esista niente di simile on line. Ogni tanto chatto, ma mai ho chiesto consigli.
Ho quasi quarant’anni, faccio l’impiegata e vivo a Genova. Non riesco a trovare un compagno. La storia mia più lunga è durata un anno e questo tanti anni fa. Non sono mai stata bella, ma forse non è questo il mio problema perché di uomini brutti ce ne sono tanti. È che quando ne acchiappo uno, mi scappa subito dalle mani, cioè non riesco a trattenerlo.
Ti scrivo la mia ultima storia. Sono andata in vacanza da sola in Turchia. Lì ho conosciuto un uomo italiano che vive a Milano, forse separato, così almeno mi ha detto. Abbiamo passato tre giorni indimenticabili. Tornati dalle vacanze gli ho subito telefonato sul cellulare e abbiamo cominciato a scriverci delle mail quasi giornaliere. Così per tre mesi. Lo scorso fine settimana mi ha invitata ad Udine, dove andava per uno stage aziendale. Allo stage non si è fatto vedere perché siamo stati chiusi in albergo due giorni e due notti. Ti puoi immaginare a fare cosa. In macchina al ritorno ho detto forse delle cose che avrei fatto meglio a non dire, tipo che mi ero innamorata. E’ da una settimana che non risponde più alle mie mail. Ho sbagliato qualcosa? Magari non sono brava a letto? Oppure gli uomini hanno una tara e quindi non mi devo preoccupare perché la colpa non è mia? Mi sento sola ma forse, in fondo, ci sto anche bene.
Ma sì te la dico proprio tutta: lui mi ha detto che è sterile, cioè che non può avere figli e io gli ho detto che mi dispiaceva ma che non era un problema grave. Non so se ero sincera.
Ciao,
Fabiola 2001

La domanda, cara Fabiola, non è: m’ama o non m’ama? La domanda è: single? oppure sposato o comunque impegnato? Perché questo signore incontrato in viaggio, rivisto in viaggio, contattato attraverso il cellulare e poi l’e-mail, mi pare un tantino evasivo. Ce l’ha un telefono? Le ha dato il numero? io non lo so, ma lei sì. E spero si sia chiesta perché vi siete incontrati soltanto in contesti estranei alle vostre rispettive realtà. Forse sono troppo sospettosa, tuttavia al posto suo mi farei qualche domanda. Se invece che sterile, il suo amico fosse già dotato di abbondante prole e non avesse intenzione di abbandonarla? Trovate le risposte, decida lei. Una bella storia è comunque una bella storia, pazienza se una delle realtà è virtuale… questi sono i tempi!
Magari sono stata davvero troppo sospettosa e il misterioso signore non tiene famiglia. Magari, come scrivevo sabato scorso, si è sentito dalla parte sbagliata del fucile, selvaggina insomma. E ha reagito per spirito di autoconservazione. Non è che sia vietato dire: “Ti amo”, ma è meglio farlo dopo parecchi incontri, magari dopo un paio di passeggiate fuori dall’albergo e qualche chiacchierata…
Questo per il problema contingente. Della solitudine abbiamo già parlato e parleremo ancora, perché quasi tutti i messaggi affrontano questo problema più o meno direttamente.
Se ha voglia, Fabiola, mi racconti com’è andata a finire.



Problemi? Clicca sulla

Magazine - .

Ripeto la mia raccomandazione settimanale: mentelocale rispetta il vostro anonimato al punto che neppure io ricevo gli indirizzi di posta elettronica da cui spedite i messaggi. Quindi, se volete una risposta in privato, ricordatevi di inserire un indirizzo nel messaggio. Ciao a tutti.

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Velvet Goldmine Biografico Usa, Gran Bretagna, 1998 Londra 1984. Il giornalista Arthur Stuart (C. Bale) è incaricato di indagare sulla sorte del cantante Brian Slade (J.R. Meyers), scomparso dalla circolazione dopo la catastrofica trovata pubblicitaria di un finto omicidio in palcoscenico. L'inchiesta... Guarda la scheda del film