Concerti Magazine Giovedì 31 gennaio 2002

Madredeus in concerto

Dal fado, oltre il fado: questo lo spirito con cui i si sono presentati al Teatro Carlo Felice, dando vita ad una performance sobria e raffinata.

Al centro del palcoscenico lei, Teresa Salgueiro: una voce che parte da Lisbona, si aggira nei quartieri storici dell’Alfama e della Graça per gettarsi nel Tago. Qui scavalca l’oceano e lambisce orizzonti sonori lontani, siano essi in Brasile, nelle Azzorre o a Capo Verde. Questa voce, però, sa anche ritornare alla tradizione, non solo portoghese, ma iberica tout court, giocando con danze popolari quali il fandango o con melismi arabeggianti di antica origine.

Il gruppo la sostiene e la valorizza: sono musicisti attenti, precisi, abili nel dominare il difficile mondo dell’ unplugged. Un basso acustico (Fernando Judice), due chitarre di cui una a otto corde (Pedro Ayres Magalhãnes e José Peixoto) e una tastiera (Carlos Maria Trinidade). Qui più che la tecnologia poté l’artigianato e il risultato si è sentito: una pulizia sonora appassionata, capace di trasformare quattro esecutori in un’orchestra. Forse il nostro orecchio non è più abituato a simili magie.

Il concerto s’è aperto con Os dias são a noite in un’atmosfera di serena malinconia tipica del melos lusitano, quindi via con l’ultima fatica Movimento, disco uscito nel 2001. Colpiscono Ecos na catedral (evidenti sfumature di cante jondo), A final (un fado in tempo di blues), A capa negra (un fandango dalle soluzioni armoniche assai interessanti), Palpitação (bravissimi nelle strette curve di un tempo serrato). L’espressività lirica della Salgueiro, invece, emerge in brani quali O olhar, A lira, A vida boa, Um raio de luz ardente e Ergue-te ao sol, in cui la voce flirta con insolite armonizzazioni chitarristiche e ritmiche irregolari. Gran finale, nel bis, con alcuni classici quali Haja o que houver e Alfama, nota per Lisbon Story di Wenders.




Sulla magia di Lisbona leggi anche Leggi l'articolo e Leggi l'articolo

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

L'apparizione Di Xavier Giannoli Drammatico Francia, 2018 Vincent Lindon è Jacques, un famoso reporter di guerra che viene inaspettatamente reclutato dal Vaticano per indagare su un’apparizione avvenuta in un villaggio della Francia. Anna, orfana e novizia, afferma di aver visto la Vergine Maria. Lo straordinario... Guarda la scheda del film