La galleria Artra è arrivata a Genova - Magazine

Mostre Magazine Venerdì 21 dicembre 2001

La galleria Artra è arrivata a Genova

Magazine - Da sabato 15 dicembre, Palazzo Ducale si è arricchito di una nuova presenza. Sotto i suoi portici è arrivata una galleria d’arte contemporanea: Artra. A Milano dal 1978, la galleria ha trovato una sede genovese. “I motivi della scelta sono molteplici”, spiega Marcella Stefanoni che la conduce insieme al marito Massimo. Marcella è legata a Genova da molte cose, l’amicizia, un periodo di studio trascorso al Liceo Barbino e dall’architettura. “È una città che si sta ritagliando a misura d’uomo con il suo centro storico pedonale, con l’area del Porto Antico e l’Acquario altrettanto dedicate ai pedoni e i lavori di Renzo Piano. Cose difficili da trovare in un’altra città”, continua Marcella.

La scelta di Palazzo Ducale è stato un cogliere l’occasione. Marcella ricorda come la ricerca si era in un primo momento rivolta ad uno spazio più piccolo nell’area del Porto Antico. Poi “ci siamo trovati al posto giusto nel momento giusto. Ci hanno proposto lo spazio che ci è subito piaciuto moltissimo…”. Marcella trova che la bellezza del palazzo stia nella sua vivacità. “È una realtà molto vissuta. Non è solo un’edificio storico dedicato alle mostre. Ci sono antiquari, una bella libreria e un bar. Un posto di ritrovo insomma, anche per i non addetti ai lavori.”

Artra è nata per occuparsi di situazioni di giovani artisti in divenire. Nelle parole di Marcella “per cogliere i segnali di coloro che domani saranno protagonisti. Tranne qualche caso, come quello di Mario Nigro, ci siamo sempre occupati di giovani. Con loro è una continua ricerca di quello che sta avvenendo oggi. È un continuo movimento delle menti, che nel caso dei giovani sono sempre le più propositive. È una sorta di gioco d’azzardo. Allo stesso tempo interessante e eccitante.” Dal ’78 a oggi, Marcella spiega come dalla galleria sia passata la nuova pittura. In apertura al fianco di Pinelli, poi Daniel Dezeuze, Mario Nigro, installazioni di Cesare Viel, quadri di Vedova Mazzei, e ancora artisti come Franco Silvestro, Claudio Guarino, Gianni Motti, l’inglese Jemima Stehli, di cui in questo momento a Genova c’è un lavoro che la ritrae, mentre a Milano è in corso una sua personale che dura fino al 5 febbraio 2002. “A Genova abbiamo esposto”, dice Marcella, “gli artisti che al momento sono più legati alla galleria. In futuro abbiamo in progetto di portare Vedova Mazzei, Claudio Guarino e Gianni Motti.” Lo scetticismo che, tra i non esperti, pervade l’arte contemporanea per Marcella è solo una questione di conoscenza. “Io insegno al liceo artistico e vedo che gli studenti all’inizio sono molto prevenuti, poi rimangono affascinati e non può essere altrimenti, perché è un percorso verso la conoscenza di un pensiero.”
L'invito dunque è ad avvicinarsi e fare la conoscenza.

Nelle foto alcune opere esposte nello spazio di Genova

ARTRA
Palazzo Ducale – Genova
dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30

Artra - Milano
tel 02 29402478

Potrebbe interessarti anche: , Ad Ascona la mostra tematica Arte e Perturbante , Biennale di Venezia 2017: Viva arte Viva. Da Roberto Cuoghi a Damien Hirst , Lucca Comics 2016: Da Zerocalcare a Gipi, fino ai Cosplay , Anime nere: la Calabria tra letteratura e cinema , Addio a Mario Dondero, fotografo del '900 più vero