Magazine Venerdì 30 novembre 2001

La rivoluzione scientifica

Magazine - In La rivoluzione scientifica del XVII secolo (Il Mulino, Bologna, 1984), Richard S. Westfall scrive:

Cartesio rovesciò la situazione, considerando meccanici anche i fenomeni organici. Nel suo universo l’uomo era unico: l’unico essere vivente che fosse sia anima sia corpo. Tuttavia, anche nel caso dell’uomo, l’anima non veniva considerata la sede della vita e tutte le funzioni organiche erano definite in termini esclusivamente meccanicistici. Il cuore diventò un bollitore, il suo calore era analogo al calore della fermentazione …, la sua azione consisteva nel bollire e espandere le gocce di sangue che venivano immesse in esso dalle vene ed espulse dalla pressione della vaporizzazione. Altri animali, privi di anima razionale, non erano che macchine complesse. Se fossero esistiti automi, asseriva Cartesio, “dotati degli organi e della forma esteriore di una scimmia o di qualche altro animale privo di ragione, noi non avremmo avuto alcun mezzo per stabilire che non fossero della medesima natura di quegli animali.

Nicla Vassallo (ricercatrice di Filosofia all'Università di Genova ed esperta di filosofia angloamericana).

vedi anche:
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
e l'intervista
Leggi l'articolo .

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione