Magazine Venerdì 12 ottobre 2001

Arsenico. Ma solo per amore

Magazine - Una bottiglietta di arsenico sfreccia sulla copertina giallo-rossa del thriller di Fiorella Cagnoni: Arsenico, appunto.

Alice Carta, investigatrice per caso, incontra il delitto fra gli attrezzi di una palestra della city milanese. Non sembrano esserci dubbi sull’autore dell’omicidio, ma Alice non si accontenta dell’evidenza. Decide di seguire il proprio intuito femminile e incomincia il viaggio alla ricerca della verità, destreggiandosi tra amiche femministe, gatte e relative cucciolate, intense letture e ricercata gastronomia.

“Un romanzo ben costruito”, afferma Laura Guglielmi curatrice della presentazione del libro alla Fnac, “con una trama che si fa scoprire a poco a poco, attraverso i dialoghi, chiacchiericcio continuo di donne. E tramite i diari della vittima e della presunta assassina, vero motore narrativo del lavoro. Tecniche di comunicazione opposte: quella intimista del diario e quella chiassosa del dialogo, che si intrecciano e si confondono in modo esemplare”.

Un libro che gioca non solo con le tecniche del narrare ma anche con le identità sessuali dei protagonisti. A questo proposito dal punto di vista linguistico, aggettivi e partecipi neutri, disorientano il lettore nella prima parte della lettura.

“La declinazione maschile nella nostra lingua comprende anche quella femminile”, racconta la Cagnoni - sigaretta sempre accesa a rischio doccia anti-incendio, tono asciutto, sguardo calmo - “ma per me è importante non cancellare il sesso delle donne, anche nell'uso della lingua. E così per le prime cinquanta pagine del libro, mi sono divertita a sperimentare un linguaggio che non sveli l'identità”.

Ma il confondere i generi sessuali, non è solo un gioco linguistico, infatti, attorno al tema dell’omosessualità femminile e al rapporto di ognuno con “la propria pelle”, ruota tutto il romanzo.

”Era meraviglioso il mio precipitoso cercarla la mattina. Arrivavo al mare e il cuore faceva una giravolta appena la vedevo. E in altri momenti, durante il giorno, il cuore saltellava quando i miei occhi la incontravano, stare in spiaggia era un miracolo di dolcezze improvvise, mi bastava saper che lei era lì”.

Donne che amano in modo passionale e romantico altre donne. Un delitto e una storia confusa e rocambolesca. Alice si trova al centro di un mistero che sembra senza risposta, e di un mondo in cui s’intrecciano personaggi e situazioni anche esilaranti. Da leggere in un fiato.

Fiorella Cagnoni, Arsenico
, Milano
pp.383, L. 28.000

(Nella foto: Laura Guglielmi e Fiorella Cagnoni)

di Daniela Carucci

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Il deserto rosso Di Michelangelo Antonioni Drammatico Italia, 1964 A Ravenna, ridotta a deserto industriale, una giovane borghese nevrotica, moglie di un ingegnere, cerca vanamente un equilibrio, si fa un amante e vaga senza trovare soluzione alla sua crisi.  Guarda la scheda del film