Magazine Mercoledì 5 settembre 2001

Leggere per riposare la vista

Non è di quel genere di riviste che si leggono aspettando il proprio turno dal dottore o dalla parrucchiera. Non ci sono foto di vip desnudi e gossip televisivi. Al massimo, sfogliando l’immaginazione potrete trovare una poesia erotica o qualche nome noto: scrittori, perlopiù. Magari un accenno di voyeurismo nella rubrica le altre letterature, che spia cosa succede nel mondo editoriale fuori dall’Italia.

l’immaginazione è la rivista mensile di Piero Manni editore, costa solo 5000 lire (è anche possibile sottoscrivere un abbonamento annuale da 40000 lire) e si trova alla Feltrinelli. Nel panorama delle riviste letterarie italiane è uno dei rari casi di resistenza: è ormai giunta al diciottesimo anno di età e gode di ottima salute. Il merito è sicuramente dei contenuti, un mix ben bilanciato di testi (prosa e poesia) e recensioni, rubriche sfiziose (tra cui la presentazione dei libri delle Edizioni Manni) e interviste. La chiusura del fascicolo è affidata alla firma autorevole di Renato Barilli, che decreta il valore di quello che potremmo definire “il libro del mese” col suo pollice recto/pollice verso. La rivista è diretta da Anna Grazia D’Oria e annovera tra i suoi collaboratori, il genovese

Forse, in un mercato dominato dall’immagine, l’immaginazione soffre di una certa latitanza iconografica. In poche parole: mancano le figure. Se la copertina è infatti affidata all’opera di un artista contemporaneo, le 32 pagine interne sono scritte densamente. Non ci sono pubblicità colorate (solo qualche riquadro riservato ai libri-Manni) o spazi bianchi. Se è per questo non c’è neanche il nero. L’inchiostro è infatti di un bel grigio-verde: se è vero che il verde è riposante, allora questo è un ulteriore, decisivo punto a favore di questa rivista.
di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Cronache di poveri amanti Di Carlo Lizzani Drammatico Italia, 1954 Tratto da un libro di Vasco Pratolini, Cronache di poveri amanti è un film di Carlo Lizzani del 1954. Vincitore del Nastro d'argento per per la miglior musica e la migliore scenografia, racconta la storia di Mario, tipografo... Guarda la scheda del film