Weekend Magazine Domenica 26 agosto 2001

Turisti a Genova. Non per caso

Magazine - Turisti a Genova è possibile. Basta girare per la città in questi giorni per incontrarne ovunque. Non si vedono in giro le grandi comitive di giapponesi che fotografano tutto quello che capita a tiro delle loro macchine fotografiche. Il turista gira per la città in gruppi di due, tre persone, spesso sono coppie, a volte con prole al seguito. Poi ci sono i giovani. Arrivano da ogni parte del mondo.

Incontro Istvan (spero si scriva così) e Tonja, che arrivano dalla Bulgaria, sull’autobus, il 40, che li porta verso Fontane Marose. Hanno in programma una sosta in Piazza De Ferrari per vedere la nuova fontana, Palazzo Ducale, poi San Lorenzo, via Garibaldi. Sono informatissimi, hanno la loro brava cartina e sembra non patiscano il caldo. Parlano un po’ di italiano e si fermano in città per tre giorni: “Bellissimo, ieri abbiamo visto l’Acquario e il Porto Antico. Oggi faremo il centro storico”.

Davanti a San Lorenzo incontro tre ragazze asiatiche. Giapponesi? No, coreane. Sono entusiaste, ridono, vogliono scatti loro una foto con il leone. Non ho capito i loro nomi, il loro inglese è probabilmente migliore del mio, ma comunichiamo a fatica. Va meglio con Valerie e le sue amiche. Arrivano dal Belgio e mi raccontano che la Liguria è bellissima. Sono state una settimana in riviera e adesso, dopo il divertimento, fanno ammenda di qualche peccatuccio con un giro turistico-culturale. Mi raccontano che secondo loro i ragazzi di Genova sono i più carini e simpatici che hanno mai incontrato. Mi rammarico di non essere di Genova e medito sul ruolo del maschio mediterraneo mentre avvicino alcuni ragazzi seduti davanti alla casa di Colombo: “Ma che, questa è la casa de Colombo? Ce credo che se n’è andato in America”. Sono chiaramente di Roma (meno uno, che viene sfottuto perché viene da Finocchio) e mi chiedono: “ndo stanno le ragazze, aho!”. Si lamentano che non si becca e che le ragazze di Genova se la tirano.

Sarà vero? Di certo non si preoccupa Martin, che viene dalla Danimarca con Nicole. Li trovo al Belvedere di Castelletto, di sera: “È un posto stupendo. Genova è caotica, con le vie strette e sporche. Per noi è un po’ incomprensibile, ma vista da qui è una delle più belle città d’Europa”. Magari esagerano, forse solo perché vogliono liquidarmi in fretta e continuare a godersi l'intimità e il panorama.

Oggi al cinema

Piccoli brividi 2 I fantasmi di Halloween Di Ari Sandel Avventura 2018 Una vera e propria invasione di mostri. Per una notte speciale - quella di Halloween - la più spaventosa dell'anno, le storie diventeranno tutte reali. Una casa distrutta, due ragazzini in bici, un libro ritrovato. Guarda la scheda del film