Magazine Domenica 19 agosto 2001

Conoscenza oggettiva

Magazine - In Conoscenza oggettiva (Armando, Roma, 1975) Karl R. Popper scrive:

Dunque, noi non abbiamo creato il nostro mondo. Finora non lo abbiamo neppure modificato molto, a paragone delle modificazioni realizzate dagli animali marini e dalle piante. Abbiamo però creato un nuovo tipo di prodotto o artefatto che promette di operare con il tempo modificazioni nel nostro angolo di mondo almeno altrettanto grandi quanto quelle operate dai nostri predecessori, le piante produttrici di ossigeno e i coralli costruttori di isole. Questi nuovi prodotti, che sono decisamente opera nostra, sono i nostri miti: le nostre idee, e soprattutto le nostre teorie scientifiche: teorie intorno al mondo in cui viviamo.

Nicla Vassallo (ricercatrice di Filosofia all'Università di Genova ed esperta di filosofia angloamericana).

vedi anche:
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
e l'intervista
Leggi l'articolo .

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione