Weekend Magazine Mercoledì 1 agosto 2001

Punta Manara a Sestri Levante

Magazine - A Sestri non si va certo per arrancare su per monti, soprattutto in estate. Ma questo che vi propongo non è una sforzo così massacrante; l’ideale dopo una giornata al mare per godere del tramonto e camminare in un ambiente assolutamente mediterraneo, che regala scorci straordinari sul mare e la costa sottostante. Nei punti panoramici è piuttosto ventilato, quindi non dovreste neanche soccombere per il caldo.

Dal centro più antico di Sestri si prende per Via 25 Aprile, poi Vico Bottone. C’è un po’ da salire ma la strada è agevole e ben segnalata. Anche la prima volta non avrete dubbi. In pochi minuti di cammino si passa dalle case ad uno scenario fatto di orti ed ulivi. Ma presto si cambia ancora, tra siepi e pini marittimi. Più in basso è quasi sempre visibile Sestri con la Baia del Silenzio e le case ammassate sulla penisola.
In alcuni punti sono disponibili anche le panchine per fermarsi ad osservare il panorama. Dopo mezz’oretta si arriva in cima (circa 200 mt), dove trovate le querce. Più in basso, guardando sulla sinistra, è possibile vedere l’immensa spiaggia di Riva Trigoso con i cantieri. E non è neanche difficile, se la giornata si presta, vedere volteggiare i parapendio sopra le nostre teste. Decollano dalle piazzole circostanti e volteggiano pigramente qui sopra, per poi atterrare sulla spiaggia di Riva.
Se vi impegnate un minimo troverete anche alcuni (pericolosi) spuntoni di roccia che offrono una vista meravigliosa a picco sul mare ed una “tribuna” sui punti di atterragio.
Ormai siamo quasi in cima. Basta una ripida scalinata, davvero molto ripida, per arrivare sull’altopiano. Ma è l’ultimo sforzo. Una volta in vetta il vostro sguardo spazierà su tutta la zona circostante, da Portofino a Punta Mesco (sulla sinistra, dopo Riva Trigoso). Nel punto più avanzato il panorama è ancora migliore: il mare e più in basso pochi alberi aggrappati con tenacia alla pietra. Indispensabile la macchina fotografica.

Una volta scesi a valle c’è ancora la possibilità di un veloce bagno nella Baia del Silenzio, quando quasi tutti sono già andati via e la tramontana ha già cominciato a ripulire le acque.
Per chi non la conoscesse, è la spiaggia di sabbia tra le case di Sestri Levante. Detto così non sembra un gran che, invece è molto caratteristica e suggestiva. Da provare, anche la notte.

Per saperne di più su Sestri e dintorni:
www.oltre.it/sestri/indexit.htm
www.ligurialevante.it

La fotografia è del Sig. Cappello

Oggi al cinema

Lontano da qui Di Sara Colangelo Drammatico 2018 Lisa Spinelli è una maestra d'asilo con la passione per la poesia, tanto che i suoi figli ormai quasi adulti la trovano trasformata dalle lezioni che sta seguendo e il marito sente di essere un po' trascurato. Lisa non è di per sé... Guarda la scheda del film