Concerti Magazine Mercoledì 6 giugno 2012

Vasco dice no a Emilia Live: «La beneficenza si fa senza spettacolo»

Magazine - «No. Non parteciperò a nessun concerto di beneficenza». Lapidario Vasco Rossi nel dire no a Emilia Live, il megaconcerto in programma per lunedì 25 giugno allo stadio dall'Ara di Bologna al quale prenderanno parte moltissimi big della canzone italiana - in massima parte emilianoromagnoli - chiamati a raccolta dal Nomade Beppe Carletti. Le voci dell'Emilia Romagna che cantano per l'Emilia, con un incasso che sarà devoluto per la ricostruzione delle zone danneggiate dal sisma. Un sisma che il grosso dei danni li ha fatti proprio in provincia di Modena, dove il rocker di Zocca risiede. Ma il Blasco, questa volta ha detto no.

«Non amo quel modo di fare beneficenza, poco costoso e poco faticoso» scrive il Blasco sulla sua pagina Facebook «Certo rispetto chi la fa così, ci crede ed è sincero. Ma io penso che la beneficenza si debba fare tirando fuori i soldi dal proprio portafoglio, senza troppo spettacolo e pubblicità».
Se nessuno dei colleghi che parteciperanno Emilia Live ha commentato l'esternazione di Vasco, le reazioni dei quasi tre milioni di fan del Kom sul social network non si sono fatte attendere: immediatamente sono piovuti migliaia di commenti (3.500 circa, oltre a più di cinquemila condivisioni) che denunciano divergenze anche molto marcate nel popolo del Blasco.
Alle inevitabili affermazioni di sostegno, tante sono state le voci critiche nei confronti del rocker emiliano, alcune anche biliose, come quella di Sara: «1. secondo me la verità è che non sei più in grado di sostenere un concerto. 2. devi sempre fare il personaggio, ma adesso hai un po' rotto. 3. la prossima volta se non vuoi non partecipare, ma facci un favore: stai zitto, che fai più bella figura».

Va detto che immediatamente dopo la seconda e più devastante scossa, lo scorso 31 maggio Vasco Rossi aveva annunciato di aver effettuato una donazione di beneficenza sull'apposito conto corrente, invitando i suoi fan a fare lo stesso.
Altri suoi colleghi, come Luciano Ligabue, avevano scelto di affidare i propri sentimenti a comunicati diffusi dagli uffici stampa. Altri ancora, come Francesco Guccini, Zucchero, Samuele Bersani, Laura Pausini, Gianni Morandi, Luca Carboni, gli Stadio e Cesare Cremonini, scegliendo di prendere parte a Emilia Live.

Di fronte alla beneficenza, ognuno agisce in coscienza. L'importante è che non diventi un baratto tra la grande visibilità data dall'evento - il megaconcerto sarà trasmesso in diretta su RaiUno - e la volontà degli artisti di prestare la propria immagine per fare del bene. Molto probabile l'uscita prossima ventura di disco e dvd, come già successo con Amiche per l'Abruzzo. Vasco, forse, ha preferito una via più sobria.
Questa sera, Laura Pausini devolverà in beneficenza l'incasso del concerto all'Arena di Verona.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Miracolo a Le Havre Di Aki Kaurismäki Drammatico, Commedia Francia, Germania, Finlandia, 2011 Marcel Marx, ex scrittore e noto bohémien, si è ritirato in una sorta di esilio volontario nella città portuale di Le Havre, dove sente di aver costruito un rapporto di maggiore vicinanza con la gente, che serve praticando l'onorevole... Guarda la scheda del film