Attualità Magazine Giovedì 16 febbraio 2012

Sanremo 2012: Belen Rodriguez con o senza mutande? La foto

Altre foto

Magazine - Tripudio di fascino e femminilità sul palco dell'Ariston per la seconda serata del Festival di Sanremo grazie alla presenza in contemporanea di tre primedonne: Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, sul palco anche per la serata inaugurale della kermesse, e la tanto attesa Ivana Mrazova, la modella ceca che in origine avrebbe dovuto stare al fianco di morandi e Papaleo insieme a Tamara Ecclestone.

Silurata l'ereditiera inglese perchè troppo capricciosa, è rimasta solo la Mrazova a far da spalla femminile - cosa che non ha mancato di suscitare polemiche, data la scarsa familiarità della modella con la lingua italiana, con la musica italiana e in generale con tutto ciò che caratterizza il Bel Paese - ma a poche ore dalla premiere del Festival è arrivata la brutta notizia: la valletta, vittima di un forte attacco di cervicale, è stata trasportata all'ospedale ed è dunque impossibilitata a salire sul palco dell'Ariston. Alla defezione è stato prontamente posto rimedio con l'invito del duo Belen - Canalis, comunque già attese sul palco per almeno una serata.

Evidentemente Morandi&Co sono fedeli al motto squadra che vince non si cambia, perché anche nella serata di ieri, mercoledì 15 febbraio, nonostante Ivana fosse finalmente pronta a fare il suo debutto, Belen e Elisabetta c'erano. Eccome se c'erano, bisognerebbe aggiungere, in particolare riferendosi alla Rodriguez. Sì, perchè nonostante l'evidente avvenenza di Ivana Mrazova e di Elisabetta Canalis, la vera protagonista della serata è stata l'argentina, soprattutto grazie alle sue mise audaci.

Mentre Elisabetta Canalis e Ivana Mrazova hanno esordito in lungo e con colori scuri - non mancavano spacchi e paillettes, ma tutto nei limiti della prima serata sanremese - Belen ha fatto il suo primo ingresso come una dea greca, di bianco vestita e piena di spacchi e trasparenze che mostravano le lunghe gambe: l'abito era sì lungo, ma di tessuto impalpabile, scollato e completamente aperto sul davanti. La sensualità del vestito è stata inoltre messa in evidenza dalle mossette ancora più sensuali di Belen, che non ha esitato a dare movimento all'abito.

In confronto all'abito arrivato in seconda serata, però, quello d'esordio era all'acqua di rose. Belen ha infatti indossato un abito rosa e azzurro con corpetto e spacco fino alla vita, che scopriva totalmente le gambe e soprattutto il tatuaggio a forma di farfalla che la caliente showgirl ha sul fianco destro. Nessun intralcio tra la dorata pelle di Belen e gli occhi del pubblico, che ha cominciato a chiedersi se le mutandine effettivamente non fossero state dimenticate in camerino.

Il dubbio ha cercato di fugarlo una maliziosa e forse un po' maligna Canalis, cui Belen ha risposto: «Ce le ho, ce le ho, tranquilli ragazzi. Sono cucite nel vestito ma le ho». Si parla delle mutande, ovviamente, e la risposta dovrebbe bastare, perché gli stratagemmi per nascondere la biancheria intima nel mondo della moda abbondano. Rimane però il fatto che l'abito era talmente impalpabile, talmente ridotto, talmente nude look, che se lo slip ci fosse stato, da qualche parte sarebbe saltato fuori. Chissà cos'ha pensato il vicedirettore Rai Antonio Marano, inviato direttamente da Lorenza Lei a monitorare il Festival dopo la bagarre con Adriano Celentano, alla vista di cotanta bellezza - e pelle nuda - sul palco dell'Ariston in prima serata. Per ora nulla si sa, se non che web, social network e media sono impazziti alla vista delle ali della farfallina che faceva capolino dalla stoffa turchese.

Potrebbe interessarti anche: , Previsioni zodiacali 2019 con i Tarocchi: che anno sarà? , Crociere sul Nilo, il modo migliore per visitare l'Egitto , Cercando la democrazia: il nuovo libro di Bruno Musso , Viaggio in Scozia: le bellezze di un paese senza tempo dall'atmosfera unica , Arredo bagno: ecco le nuove tendenze 2019

Fotogallery

Oggi al cinema

Un'avventura Di Marco Danieli Commedia Italia, 2019 Sulle note delle intramontabili canzoni scritte da Lucio Battisti e Mogol, Matteo e Francesca scoprono l’amore, si perdono, si ritrovano, si rincorrono, ognuno inseguendo il proprio sogno: lei vuole essere una donna libera, lui vuole diventare un musicista.... Guarda la scheda del film