Attualità Magazine Lunedì 13 febbraio 2012

Grammy Awards 2012: vince Adele nel ricordo di Whitney Houston

Magazine - Si è tenuta ieri, domenica 13 febbraio, allo Staples Center di Los Angeles, la 54esima edizione dei Grammy Awards, gli Oscar della musica. La cerimonia, che ha avuto come protagonista assoluta la britannica Adele, è stata dedicata a Whitney Houston, morta tragicamente nella notte tra sabato e domenica per cause ancora da accertare.

Tanti i tributi e le manifestazioni di stima e affetto nei confronti della star scomparsa - che di Grammy se n'era portata a casa sei - tra cui quelle del presentatore Ll Cool J, che le ha dedicato una preghiera prima di iniziare la serata, e di Jennifer Hudson, che proprio dalle mani di Whitney aveva ricevuto un Grammy e che è salita sul palco per cantare I Will Always Love You.

Forse uno scherzo del destino ha voluto che i successi ottenuti dalla Houston siano stati uguagliati in un colpo solo dalla 23enne Adele, perchè la cantante rivelazione del 2011 è stata l'indiscussa regina della serata portandosi a casa ben 6 statuette e vincendo in ogni categoria per cui era stata nominata: Best Short Form Music Video, Best Pop Solo Performance, Best Pop Vocal Album, Song of the Year, Record of the Year e Album of the Year.

Per quanto riguarda gli altri generi musicali, grande successo in ambito rock per i Foo Fighters, che si sono aggiudicati 5 statuette su 7 nomination, premio a Chris Brown per miglior album R&B e due statuette a Taylor Swift per il singolo Mean. Bon Iver è invece stato premiato come miglior artista emergente.

Potrebbe interessarti anche: , Un’occasione unica per la vita: il trapianto di capelli in Turchia , Viva la Terra 2019 a Carrara: orto, giardino, vita in fattoria e street food. Orari e biglietti , Quali sono le funzionalità e le caratteristiche di un ottimo minibar? , Un manifesto per Genova: contest di comunicazione creativa , Sogni gli Stati Uniti? Ecco come organizzare il viaggio

Oggi al cinema

Peterloo Di Mike Leigh Drammatico 2018 Il giovane trombettiere Joseph sopravvive miracolosamente alla sanguinosa battaglia di Waterloo e torna a casa, a Manchester, dalla sua famiglia di umili operai. Ma un'altra battaglia si prepara da quelle parti: quella del popolo inglese del dopoguerra,... Guarda la scheda del film