Concerti Magazine Giovedì 19 gennaio 2012

È morto Bigazzi, una vita in cima alla hit parade

Magazine - Forse al grande pubblico il suo nome può non dire molto, ma nel mondo della musica leggera era una vera istituzione: Giancarlo Bigazzi se n'è andato nella nottata di ieri, mercoledì 18 gennaio, a 71 anni, dopo una vita in cima all'hit parade.
Compositore e paroliere fiorentino, Bigazzi era da più di quarant'anni l'autore di alcune delle canzoni più popolari della musica italiana, portate al successo da interpreti distanti come Mia Martini, Umberto Tozzi e Francesco Guccini. Rose rosse, Si può dare di più, Eternità, Cirano, Montagne Verdi, Gli uomini non cambiano e Lisa dagli occhi blu sono alcuni dei titoli diventati evergreen tra i juke box degli anni Sessanta, il Cantagiro e il palcoscenico del Festival di Sanremo.

Bigazzi inizia la sua carriera di paroliere negli anni Sessanta con Luglio, portata al successo da Riccardo del Turco nel 1968. In poco tempo il suo diventa un nome stampato di frequente sui vinili di Marcella Bella, Massimo Ranieri e Ricchi e Poveri, prima che il compositore salga sul palcoscenico con gli Squallor. È il 1971 e il singolare sodalizio - irriverente contro l'industria discografica, ma composto dai suoi stessi alfieri - regge a lungo, tra dischi e cinema, creando un genere.
Proprio il cinema rappresenta un altro versante della produzione di Bigazzi, autore della colonna sonora di un film da Oscar come Mediterraneo di Gabriele Salvatores.

A metà degli anni Settanta Bigazzi diventa anche produttore, collaborando a lungo con Umberto Tozzi: di questo periodo le hit Gloria, Gente di mare e, soprattutto, la canzone con la quale giungerà alla vittoria del Festival di Sanremo con il trio Morandi, Ruggeri, Tozzi, Si può dare di più. Tra gli ultimi successi sanremesi, anche Pensa di Fabrizio Moro, da lui stesso scoperto.
Bigazzi è morto nell'ospedale Versilia di Viareggio.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La dolce vita Di Federico Fellini Drammatico Italia/Francia, 1960 Roma anni '60. Massimo giornalista di un rotocalco scandalistico, si trova in mezzo ai vizi e scandali di quella che era definita "la dolce vita" dei divi del momento. Guarda la scheda del film