Concerti Magazine Mercoledì 23 novembre 2011

Freddie Mercury: vent'anni dopo la morte il mito resiste

Magazine - Vent'anni senza Freddie Mercury. Uno dei principali protagonisti della scena pop-rock di sempre moriva 24 novembre 1991, a 45 anni. Vero nome Farrokh Bulsara - i genitori erano di etnia parsi e provenivano da un piccolo stato dell'India Occidentale - Mercury arrivò al successo mondiale come leader dei Queen, storica band britannica fondata nel 1971 e formata, oltre che da lui anche, da Brian May alla chitarra, Roger Taylor alla batteria e John Deacon al basso.

I Queen raggiunsero il successo mondiale nel 1975 grazie ad un brano che venne immediatamente definito la canzone simbolo del progetto chiamato Queen: Bohemian Rhapsody. Da allora il gruppo produsse un successo dopo l'altro - Somebody to love, We are the champions, Under pressure, Radio ga ga, per citare solo alcune hit - se il genere poteva essere o meno di gradimento, il carisma, il fascino e il talento di Freddie Mercury erano innegabili.

Dopo il 1986 le sue apparizioni in pubblico si diradarono: continuò a comporre e registrare, ma non tenne più concerti e si ritirò in silenzio nella sua villa londinese insieme al compagno, Jim Hutton. I media mondiali specularono su questa decisione finchè nel 1989 non iniziò a circolare la notizia che Mercury fosse malato. Il 23 novembre 1991 dalla villa usciva un comunicato ufficiale in cui il cantante confermava di avere contratto l'Aids e chiedeva sostegno ai fan. Poco più di 24 ore dopo, il 24 novembre, Freddie Mercury moriva a 45 anni, ufficialmente per una broncopolmonite aggravata dalle complicanze derivanti dall'Aids.

Nei vent'anni trascorsi dalla sua scomparsa la fama di Freddie Mercury è, se possibile, aumentata: concerti, tributi, eventi e manifestazioni organizzati in suo onore, e poi album inediti, dvd dei concerti e delle interviste, statue, feticci, biografie. Il mito del re del rock non si spegne: ogni anno i milioni di fan in tutto il mondo aspettano con ansia ogni nuova uscita in grado di far rivivere un uomo che, tra musica, eccessi e sregolatezza, ha segnato un'epoca.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Miracolo a Le Havre Di Aki Kaurismäki Drammatico, Commedia Francia, Germania, Finlandia, 2011 Marcel Marx, ex scrittore e noto bohémien, si è ritirato in una sorta di esilio volontario nella città portuale di Le Havre, dove sente di aver costruito un rapporto di maggiore vicinanza con la gente, che serve praticando l'onorevole... Guarda la scheda del film