Weekend Magazine Giovedì 21 giugno 2001

In battello alla scoperta di Genova

A Genova è facile trasformarsi in capitani di mare o per lo meno in mozzi, basta rivolgersi alla Cooperativa Battellieri del Porto di Genova per salpare su battelli che ti portano in giro per il porto o ad avvistare cetacei. Senza escludere la possibilità di una gita a Portofino o alle Cinque Terre evitando il caldo torrido da lamiere in coda sotto il sole.

Per quanto riguarda il Giro del Porto, ogni giorno dell'anno, ogni 45 minuti circa, parte il battello con cicerone marino incluso, che vi conduce alla scoperta delle bellezze e dei segreti di un porto che ha fatto la storia del Mediterraneo, e di una città difficile da conoscere anche per chi c’è nato.

È bellissimo vedere Genova che si allontana, la lanterna immersa in un paesaggio di traffici e lamiere, il Palazzo del Principe, i containers, ammassati, la vecchia lavanderia, i pini marittimi al posto delle palme. Sorprende guardare una Genova che si nasconde, a chi non è camallo o marinaio.

Già nel periodo mussoliniano esisteva il Gruppo Barcaroli con battelli dai nomi inconfondibili: il Balilla, l’Impero e la Capinera che accoglievano i passeggeri dei treni popolari scesi alla stazione Marittima. Poi durante la guerra i barcaioli si sono fermati fino alla fine del conflitto quando hanno ricominciato a solcare il mare con i gozzi a remi. Poi a qualcuno è venuta l’idea di trasformare in eliche i compressori dei camion americani abbandonati dopo la vittoria. Meno fatica e più soldi, ed è così che, nel ’55, viene fondata l’attuale Compagnia, oggi dotata di una flotta che comprende una dozzina di imbarcazioni, adibite a servizi diversi.
La Cooperativa Battellieri del Porto offre quotidianamente il giro turistico del porto con orari continuati e dal primo giugno al quindici settembre è attivo anche il collegamento con S. Fruttuoso, Portofino, Cinque terre e Portovenere. Le partenze si effettuano da Ponte Spinola, nel Porto Antico di fronte all’Acquario e anche da Calata Zingari o Ponte dei Mille, a fianco della Stazione Marittima.

E inoltre, colpo di scena, il capitano del Gabbiano, mi fa sapere che per chi aspira a convolare a nozze in modo davvero originale, il fatidico SI, rinfresco incluso, può essere marino. Ammesso che i vostri stomaci, e quelli degli invitati, siano avvezzi a certe esperienze, potrete fare vostro il battello per una metà giornata pagando circa due milioni. E se non volete rinunciare a soddisfare un certo sano sadismo, pur aborrendo il matrimonio, potete fare l’esperimento "buffet" anche in occasione di un compleanno o di una laurea…

Per conoscere orari e avere altre informazioni clicca

E per conoscere altri servizi del genere vai a Leggi l'articolo .

Oggi al cinema

Shark Il primo squalo Di Jon Turteltaub Azione U.S.A., 2018 Un sommergibile oceanico – parte di un programma internazionale di osservazione sottomarina – viene attaccato da un’imponente creatura che si riteneva estinta e che ora giace sul fondo della fossa più profonda del Pacifico...... Guarda la scheda del film