Magazine Sabato 9 luglio 2011

«Parlo nel sonno e la mia ragazza pensa che la tradisca»

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Buongiorno,
mi chiamo Marco e le scrivo brevemente il mio problema: da tre anni sto con una ragazza e sto benissimo con lei. Cinque mesi fa abbiamo deciso di andare a convivere, dopo un mese circa io ho cominciato a parlare nel sonno dicendo frasi sconnesse che potrebbero far pensare ad un tradimento.
La mia fidanzata ha cominciato a insinuare che se trovassi un'altra non ci penserei due volte a tradirla.
Io non ho nessuna intenzione di tradirla, non mi sento frustrato e a livello sessuale va tutto strabene.
Vorrei un consiglio, non so cosa devo fare, continuo a rassicurarla, ma lei niente ed è sempre triste.
Ringrazio anticipatamente per la risposta
Marco

Buongiorno mio omonimo.
Capisco il suo sconcerto. Ma perché parlare nella sua mail di tradimento? Se le cose stanno davvero come lei racconta, centrare il suo scritto su questa cosa non ha senso!
Oppure no? Perché se c'è qualcosa che non ha detto, il discorso cambia. Ma se, davvero, l'atteggiamento della sua ragazza fosse una reazione spropositata a dei farfugliamenti nel sonno, allora sarebbe più corretto parlare di fantasmi del tradimento.

E messa cosi, non saprei se è con lei che dovrei parlare o con la sua ragazza. Perché se lei dorme il sonno del giusto (anche se nel sonno parla) non saprei cosa dovrebbe cambiare nel suo atteggiamento.
Mentre ci sarebbe da capire come mai la sua ragazza si impunta e si intristisce per così poco.
E su questo, invece, di ipotesi se ne potrebbero fare molte.
Forse la sua ragazza pensa che lei la tradisce perché lei stessa ha tradito o ha pensato di tradire, forse pensa di non valere molto e che quindi, prima o poi, verrà tradita, oppure la sua ragazza è così tanto convinta (dai fantasmi del passato) che il destino di tutte le donne è quello di essere tradite, che si arrende, senza speranza, a questa ineluttabile condizione.
In ogni caso si tratterebbe di convinzioni e non della realtà delle cose. E se queste sono idee che rovinano la vita a se stessa e alla vostra vita di relazione, credo che sarebbe opportuno che le eliminasse dalla sua testa e vivesse serena il suo e il vostro presente.

Lei, invece, che può fare?
Ci sono diverse possibilità, tra cui:
1) Continuare a rassicurarla e sopportarla anche quando è inutilmente lagnosa
2) Farle leggere questa mail
3) Tradirla (più volte) con tutte le donne che le capitano a tiro, realizzando così una profezia che si autoavvera e, a ben pensare, non va a creare più dolore alla sua ragazza di quanto non ne provi adesso.

Ora, rileggendo le tre ipotesi, credo proprio che quella che le consiglierei è la seconda: le faccia leggere queste righe e poi parlatene assieme!

Saluti,
Ventura

* Psicologo e psicoterapeuta. Chi vuole consultare Marco Ventura direttamente può chiamare il numero 010 562769 o recarsi presso il suo Studio di via Macaggi 25/11, Genova.

di Marco Ventura*

Potrebbe interessarti anche: , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre , «Preferisco stare con le mie amiche anziché con il mio ragazzo: Cosa mi succede?» , Paura di essere omosessuale, lo sfogo di un ragazzo e la risposta dello psicologo , «E se fossi lesbica?»: forse è solo paura e ipocondria , Doc Omosex? Forse è solo ipocondria

Oggi al cinema

Zanna bianca Di Alexandre Espigares Animazione Francia, Lussemburgo, U.S.A., 2018 L’avventura che ha emozionato intere generazioni, per la prima volta in una straordinaria animazione anche in 3D. Guarda la scheda del film