Concerti Magazine Lunedì 27 novembre 2000

un cannone di musica

Magazine - A palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, è conservato il violino di Niccolò Paganini, il più celebre violinista di tutti i tempi.
Paganini lo donò per testamento alla sua città natale nel 1837, tre anni prima della sua morte.Il violino è stato realizzato, nel 1742, dal liutaio cremonese Giuseppe Bartolomeo Guarnieri, detto “del Gesù” perchè firmava con una croce aggiunta al suo nome gli strumenti che costruiva.
Paganini lo predilesse tra tutti i violini che possedeva e lo aveva denominato “il Cannone” per la sua voce potente e sonora.
Alcune caratteristiche dello strumento sono infatti diverse dalla norma: la cassa armonica è leggermente più corta rispetto alle misure canoniche stradivariane, il diapason è più lungo e di conseguenza la lunghezza totale della corda vibrante risulta leggermente superiore alla media.
Il piano armonico, ma soprattutto il fondo, sono decisamente più spessi del normale; per quanto riguarda la tavola armonica questa presenta una notevole differenza di lunghezzatra le due effe. Le fasce sono più alte in prossimità dello zocchetto (tassello). La chiocciola (ricciolo o testa) ha una forza espressiva di indubbia potenza artistica. Il manico, per la sua curvatura tardo-barocca, presenta talvolta difficoltà di utilizzo per i violinisti.
Tutte le parti principali dle cannone sono miracolosamente giunte intatte ai giorni nostri e questo fatto ne rafforza la sua peculiare unicità.
Paganini, come tutti i suoi contemporanei, suonava il violino senza usare la mentoniera, poggiando quindi il mento direttamente sulla tavola armonica: è probabile per questo che sulla parte terminale di essa a sinistra della cordiera, si nota una leggera abrasione della vernice.Paganini era dotato di un'eccezionale estensibilità delle dita della mano sinistra; ciò gli permetteva di effettuare passaggi su tre e quattro corde non in successione ma simultaneamente: per cui, nelle particolari caratteristiche del suo strumento, il Maestro trovò un eccezionale partner per elevarsi a insuperati vertici di virtuosismo.
Purtroppo la sua leggendaria abilità gli costò fra i contemporanei la fama di demoniaco.Lo storico violino è oggetto di premurosa attenzione da parte dei genovesi, sempre preoccupati del suo stato di salute, e su di esso vigila una commissione di esperti. Il violino viene periodicamente suonato in occasioni e ricorrenze speciali; in particolare il 12 ottobre, giornata dedicata alla scoperta del grande navigatore genovese Cristoforo Colombo, il Cannone viene suonato dal vincitore del Concorso Internazionale di Violino Premio Paganini.
Dal 1996 è stato affidato al violinista conservatore Mario Trabucco, l'incarico di suonarlo mensilmente al fine di garantirne lottimale conservazione e funzionalità.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Legittima difesa [1] Di Henri-Georges Clouzot Poliziesco Francia, 1947 Guarda la scheda del film