33° Festival Internazionale di Balletto - Magazine

Teatro Magazine Teatro Carlo Felice Lunedì 18 giugno 2001

33° Festival Internazionale di Balletto

Magazine - Torna il Festival Internazionale del Balletto che quest'anno spegne le trentatré candeline. Per due fine settimana, dal 13 al 19 luglio, la prestigiosa manifestazione illuminerà il letargo estivo del Teatro Carlo Felice. Maurice Béjart sarà alla direzione anche quest’anno e assieme al suo Ballet Lausanne darà letteralmente il via alle danze con la prima italiana di Lumière, la sua nuova creazione che debutta il 19 giugno, in prima mondiale, a Lione nell’ambito della “Nuit de Fourviére”.

Il programma di sei serate, più che accogliere il nuovo, appare come una celebrazione del passato con, accanto a Béjart, alla sua compagnia e ad un’altra sua creazione, l’École Atélier Rudra di Losanna, il celebre Mikhail Baryshnikov con White Oak Dance Project nel suo PASTForward (reinterpretatazione dei grandi coreografi americani degli anni ‘60 e ‘70 ) e gli ospiti delle due serate di gala: a sorpresa quelli di Carte Blanche à Maurice Bejart, che prevede anche il confronto degli allievi dell’Atélier Rudra con generi differenti e una coreografia storica di Béjart, Suite Tango. La seconda serata glamour propone invece Black Dance Gala, un gruppo di 22 tra guerrieri e donne africane che celebrano la cultura Zulu; Augusto Enriquez y su Mambo Band, uno dei complessi cubani più affermati e famosi, e ancora interventi della Alvin Ailey American Dance Theater, una coppia di danzatori della famosa compagnia newyorkese; la Contemporary Dance di Desmond Richardson, che presenta due brani, tra cui un estratto di Fossie, l'applaudito musical di Broadway; infine Eric Vu An, noto per le sue apparizioni cinematografiche (Il tè nel deserto di Bernardo Bertolucci su tutti)

Lumière, di Béjart, è ispirato al mondo del cinema, come molti dei lavori del coreografo francese, e in particolare ai celebri fratelli Lumière. Le musiche di J. S. Bach, Barbara e Jacques Brel, luce e settori tecnici coordinati dal fidato Clément Cayrol, costumi del giovane stilista Jean-Paul Knott (scuola Yves Saint Laurent).

Ecco di seguito il programma con orari e prezzi:

venerdì 13 luglio, ore 21
Béjart Ballet Lausanne, Lumière

sabato 14, ore 21
Béjart Ballet Lausanne, Lumière

domenica 15, ore 21
Carte Blanche à Maurice Bejart con Béjart Ballet Lausanne, Atélier Rudra, ospiti a sorpresa

giovedì 26, ore 21
Mikhail Baryshnikov White Oak Dance Project

venerdì 27, ore 21
Mikhail Baryshnikov White Oak Dance Project

domenica 29, ore 21
Black Dance Gala

Prezzi:
Poltrona di platea £. 60mila
Poltrona di galleria £. 45mila
Giovani platea(*) £. 40mila
Giovani galleria(*) £. 30mila
Under 14(**) £. 30mila

Carnet Festival (4 spettacoli, con data a scelta in caso di replica): Platea £. 200mila
Galleria £. 150mila
Giovani platea(*) £. 125mila
Giovani galleria(*) £. 100mila
Under 14(**) £. 90mila
(*) Giovani fino al 25° anno d’età
(**) Ragazzi fino al 14° anno d’età

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin