Weekend Magazine Domenica 3 giugno 2001

Riviera Ligure a 360 gradi

Magazine - Questa che vedete sopra è una foto panoramica; siamo sul tetto della palazzina Porto Antico all'Expò. L’immagine abbraccia un arco di 180 gradi o poco più. Aggiungendo altre fotografie adiacenti avrei potuto raggiungere un arco ancora superiore, così fino a completare il giro.

Brevissima introduzione per dirvi che una compagnia svizzera sta realizzando lo stesso tipo di immagini, che presto renderà disponibili su Internet. La proposta di Vrway, questo il loro nome, è comunque più sofisticata e consente di esplorare l’orizzonte visivo a tutto tondo. Può essere una piazza, una spiaggia, la cima di una montagna, o magari l’interno di un ambiente. Una volta digitalizzata, questa immagine viene visualizzata tramite un software, Quicktime di Apple, che permette di “muoversi” all’interno del quadro, il cosiddetto QVTR, con il classico mouse o funzioni di tastiera equivalenti. Si clicca e ci si sposta verso destra o sinistra e l’immagine si muove esattamente come se fossimo lì e girassimo lentamente su noi stessi. Inoltre, ogni QTVR può essere provvisto di uno o più punti d’accesso a un altro QTVR, permettendo di osservare la stessa cosa da differenti prospettive.
Per farvi già un’idea sul sito di Vrway trovate già molte immagini dimostrative, scattate in Italia e all'estero: www.vrway.com

Vi ho parlato di questo progetto soprattutto perchè la Vrway ha scelto di presentare il suo programma con la la Riviera Ligure. Una squadra di fotografi e operatori sta ultimando in questi giorni il lavoro sul campo. A partire dal 25 giugno saranno disponibili le immagini sul web, dalla Costa Azzura fino a La Spezia.
Sarà un’ottima occasione, non tanto per stare in poltrona a fissare il panorama e giocare con il mouse, ma per farsi un’idea dei luoghi che si andranno a visitare.

Se poi volete provare da soli a realizzare qualcosa di simile, ecco due sistemi assai semplici. Il primo è acquistare una macchinetta usa e getta panoramica. L’arco coperto non è mai molto grande, ma spenderete davvero poco. Anche le nuove macchine APS hanno questa possibilità.
Se invece disponete di una fotocamera digitale tutto diventa più semplice. Il software che gestisce queste lavorazioni consente di accostare più immagini per poi sfumare i punti di contatto. (Io ho usato Photovista: www.mgisoft.com , ma ce ne sono anche altri) Quando scattate ricordatevi solo di usare lo stesso grado di zoom, sovrapporre le immagini al 30% e mantenere lo stesso piano di ripresa. Alla fine avrete prodotto qualcosa di simile al lavoro di VR.way, pur senza raggiungere tale precisione.

Oggi al cinema

Che bella giornata Di Gennaro Nunziante Commedia Italia, 2011 Milano. Checco, security di una misera discoteca della Brianza, a causa del pericolo di attentati che richiede misure straordinarie per i luoghi a rischio, si ritrova a lavorare come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano. In poco tempo e grazie alle... Guarda la scheda del film