Magazine Mercoledì 30 maggio 2001

7° Festival Internazionale di Poesia

Magazine - “Con questa conferenza stampa ha inizio il 7° Festival Internazionale della Poesia. Partita come scommessa culturale personale, la manifestazione è ormai patrimonio della città” così ha esordito Claudio Pozzani, direttore artistico della manifestazione, nonché poeta, che ha presentato il programma in due atti di questa settima edizione del festival: a Palazzo Ducale dal 6 al 16 giugno, al Teatro della Corte dal 2 al 5 luglio.
Al suo fianco gli assessori Gabriella Airaldi (Provincia) e Ruggero Pierantoni (Comune) hanno confermato la loro partecipazione all’iniziativa, in cui entrambi credono fermamente.
La Airaldi ha sottolineato che il contributo finanziario (20 milioni dalla Provincia e 40 dal Comune) è prova evidente dell’interesse specifico della Provincia nel promuovere un Festival di respiro internazionale, che si dedica al lato “spirituale” della nostra vita quotidiana frenetica e materiale.
L’assessore Pierantoni ha, invece, proposto una riflessione sul valore della poesia, frutto di una recente esperienza ad un premio letterario: “Dove avviene la chiosa sul prodotto recitabile? Non sarebbe forse il momento, che anche i poeti - come i pittori già da tempo - cominciassero a pensare che la loro attività non è più sospesa nell’aria? Tutto è mercatabile, o quasi.”
Dopo vari e sparsi complimenti e tributi di fiducia al direttore artistico, gli assessori hanno ripassato la parola a Pozzani per l’appunto, che ha descritto gli eventi in programma nel dettaglio.
La data di apertura è stata aggiornata al 6.06, infatti, per motivi di salute, Giorgio Gaber ha dovuto rinunciare alla sua apparizione d’apertura. L’incontro con l’artista, Pozzani confida di recuperarlo alla fine dell’estate con un invito nella Stanza della Poesia.

Vedi in dettaglio il Leggi l'articolo

Il Festival sarà ovviamente anche online all'indirizzo www.pozzani.org - al momento ancora in costruzione - che terrà gli utenti aggiornati quotidianamente sulla manifestazione.

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Jules e Jim Di François Truffaut Drammatico Francia, 1962 Ambientato a Parigi, nel 1907, racconta la storia di due studenti, l'austriaco Jules, e il francese Jim, legati da una profonda amicizia, perché accomunati dagli stessi gusti artistici e letterari. Il loro legame viene sconvolto dall'incontro casuale... Guarda la scheda del film