Concerti Magazine Lunedì 13 novembre 2000

Djavan “ao vivo”

Magazine - Finalmente la Sony ha pietà di noi. Il CD doppio dal vivo a 50.000 lire circa. Vi sembra caro? Ditelo a chi come me ama la musica brasiliana da sempre e si ritrova carico di "saudade" a spulciare scaffali sguarniti di negozi che relegano tra la musica etnica, vicino alla tarantella e ai manthra tibetani, la più ricca e meravigliosa canzone popolare del mondo. Trovare i dischi di Caetano Veloso, Gilberto Gil, e tutti gli altri è impresa da collezionisti, e i prezzi sono spesso quelli dell'importazione, non questa volta. Djavan è uno dei più ascoltati autori al mondo, ha scritto con chiunque e le sue canzoni sono state tradotte in Italia da personaggi del calibro di Fossati e Ruggeri, una su tutte: "Sina" che è diventata "soul food to go" dei Manhattan Transfert e da noi è finita nei dischi della Berté.
I più non sanno neppure che faccia ha. I musicisti lo adorano, per l'uso che fa della melodia, così inusuale e cantabile, per il timbro alto della voce inconfondibile: insomma è un campione. In Brasile gli riconoscono il merito di aver sposato il pop alla tradizione. Come ogni suo disco, il doppio dal vivo è imperdibile.
Due ore di musica senza una caduta di tono, con una band strepitosa e arrangiamenti di fiati da spettinare. Non conoscete Djavan? Correte! I successi ci sono davvero tutti, e canzoni brutte neanche l'ombra. Concedetevi una full immersion nel repertorio di un artista con la A maiuscola, e vi verrà voglia di ascoltare anche il resto della sua produzione (vedi "Oceano" e "Novena"),se poi vi appassionate... Cercate i suoi colleghifra lo Jodel e "Benvenuti a Taormina" di Privitera&figli.

Potrebbe interessarti anche: , Mahmood vince Sanremo 2019 con il brano Soldi. Secondo posto per Ultimo, segue Il volo , Sanremo 2019. Testi e pagelle delle canzoni in gara , Sanremo 2019: Zen Circus con L'amore è una dittatura. Testo e pagella , Sanremo 2019: Ultimo con I tuoi particolari. Testo e pagella , Sanremo 2019: Simone Cristicchi con Abbi cura di me. Testo e pagella

Oggi al cinema

Ladri di biciclette Di Vittorio De Sica Drammatico Italia, 1948 Antonio Ricci festeggia con la famiglia il lavoro che ha ottenuto faticosamente: attacchino di manifesti del cinema. La famiglia riscatta dal banco dei pegni la bicicletta e Antonio va a lavorare. Sta incollando il manifesto di Gilda quando gli rubano... Guarda la scheda del film