Magazine Lunedì 28 maggio 2001

Dammi un motivo e ti scrivo una poesia

Magazine - Comprate Nelle galassie oggi come oggi sottotitolo Covers. È il libro scritto a sei mani da Raul Montanari, Aldo Nove e Tiziano Scarpa appena uscito presso Einaudi. Si tratta di poesie, scritte prendendo spunto dalle canzoni che hanno influenzato gli autori nell’arco degli ultimi trent’anni.

Sono testi divertenti, sperimentali, evocativi. Potrete divertirvi nel gioco delle citazioni, cogliere sfumature impreviste. Potrete scoprire e riscoprire canzoni che non conoscevate o avevate dimenticato. Capirete che il meccanismo che ha portato questi poeti a scrivere delle “cover” è lo stesso che vi porta a canticchiare un motivetto sentito chissà dove. Capirete che la suggestione di una canzone può trasformarsi in qualcosa di nuovo e diverso, eppure intimamente legato all’originale.

Se poi fosse possibile, fate in modo di sentire gli autori che leggono i loro testi. Ne vale la pena. Il 3 giugno saranno a Sarzana, in piazza Luni alle 18: io ve la butta lì, vedete voi e regolatevi secondo coscienza.

La performance funziona così. A turno i tre moschettieri vanno al microfono e recitano la loro “cover”, mentre gli altri due fanno da dj e mettono la versione originale della canzone, giocando sul volume per valorizzare le pause della lettura.

La lettura che hanno fatto a Genova, alla FNAC, ha visto Montanari e Scarpa tenere il palco da soli, perché Nove “è uno scioperato: doveva fermarsi qui e ha proseguito per la Sardegna. Si è portato anche la musica, così, per leggere i suoi testi non abbiamo le canzoni originali e dobbiamo arrangiarci”, spiega Montanari. Che legge con voce pacata (foto in basso), assecondando il suo stile narrativo e spiega che “i Morcheeba non avrebbero meritato una cover, perché hanno fatto un disco bellissimo, uno così così e l’ultimo schifoso” quando legge la cover di Moog Island. Scarpa (foto in alto) invece gigioneggia, dà sfogo alla goliardia barocca che si intravede nei suoi versi, dialoga con un chewing gum e spiega che “il libro è dedicato a Ralf Hutter e Florian Schneider, fondatori dei Kraftwerk, dei quali ognuno di noi ha fatto una cover”. Considerando che non sapevo neppure esistesse una band tedesca che facesse musica elettronica e si chiamasse così, devo dire che il libro mi è servito a colmare (molto parzialmente) la mia ignoranza.

Per chi non avesse occasione di sentire i tre prodi mi permetto di dare un consiglio. Provate anche voi a recitarvi queste poesie ad alta voce. Magari con la musica in sottofondo. Queste non sono poesie da camera, intimiste, da leggere con gli occhi. Un prodotto raro in Italia, dove anni di avanguardie e neoavanguardie non hanno stroncato il gusto per il melenso e il melodramma.

Leggi anche Leggi l'articolo

Ulteriori notizie sul libro e sull’iniziativa si trovano nel sito della .

Nelle galassie oggi come oggi, Montanari, Nove e Scarpa
Einaudi, pp. 108 ca, Euro 8.26 Prezzo di copertina




di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Amici miei Di Mario Monicelli Commedia Italia, 1975 Quattro uomini di immatura mezza età, amici di vecchia data, ai quali si aggiungerà poi un illustre clinico, trascorrono le giornate di libertà architettando scherzi d'ogni sorta: canzonano i vigili urbani, prendono a schiaffi i viaggiatori... Guarda la scheda del film