Magazine Martedì 8 giugno 2010

Mio marito e la mia migliore amica

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori mentelocaliani,
a causa di un problema tecnico, per alcuni giorni è stato impossibile scrivere ad Antonella Viale. Ora potrete nuovamente inviare la vostre mail alla Posta del Cuore tramite lo spazio che trovate qui sotto.

Per scrivere ad Antonella, clicca qui

Magazine - Sono sposata felicemente da 32 anni senza figli. La mia migliore amica (siamo amici sia con lei che con suo marito) un giorno, incontrando il mio lui, ha cominciato a parlare, sfogarsi. Gli ha detto che non va più d'accordo col marito e ha chiesto al mio - che tra l'altro è un po più vecchio di lei - qualche consiglio. I due simpatizzano, forse il mio lui si fa intenerire, tutte le mattine fanno colazione assieme, poi quando lui capisce che forse lei chiede qualcosa di più di una semplice amicizia, le fa capire che questo non è possibile e lei sparisce per un po'. Ora sono venuta a sapere da terzi che i miei amici si sono separati, loro con noi non si sono più fatti sentire. A me spiace (forse sono cretina, anche perché credevo fossimo veramente buoni amici). Devo allora credere a chi non fa altro che predicare che l'amicizia fra uomo e donna non esiste? A noi è molto spiaciuto, anche a mio marito, che credeva di avere trovato in lei un'ottima amica. Noi ci diciamo sempre tutto (o quasi) e siamo rimasti tutti e due molto male. Anch'io credevo nella loro amicizia come una cosa pulita. Peccato che questa situazione ci abbia fatto perdere due cari amici, che rimarranno tali per noi anche se non riusciremo più a dirglielo.

Cara anonima,
la tua mail è un filo confusa. Scrivi come se pensassi che la coppia di amici si sia separata per causa vostra, o tua, o di tuo marito. Non riesco a trovare un filo logico, un rapporto di causa/effetto tra il rifiuto di tuo marito e la separazione della coppia. Di solito succede l'esatto contrario. Mi stai esprimendo dei sospetti che non vuoi confessarti? Stai mandando
attraverso me un messaggio a qualcuno? Se vuoi sapere la verità, cercala senza esitare, ma con i diretti interessati. Se pensi che non sia accaduto nulla o che ci sia stato qualcosa e sia finito, ignora: mi dici che siete una coppia affiatata. Quanto all'amicizia tra sessi opposti, è un discorso lungo e non si può generalizzare. Ma se sei sposata da 32 anni non sei una ragazza, e tuo marito è adulto, quindi dovrebbe avere sviluppato un certo fiuto riguardo alle intenzioni altrui, anche se queste intenzioni fossero state innocenti in partenza, per poi prendere un'altra piega. Quindi, guardandomi bene dal generalizzare sì, anonima e confusa, sono convinta che alla vostra età l'amicizia tra sessi opposti sia possibile eccome.
Ti auguro davvero di vedere in te stessa o di dirti la verità,
Antonella

di Martina Guenzi

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Comizi d'amore Di Pier Paolo Pasolini documentario Italia, 1964 Inchiesta su amore e sesso nell'Italia degli anni '60, composta da un prologo (P.P. Pasolini che discute con A. Moravia e C. Musatti), e quattro capitoli 1) Grande fritto misto all'italiana; 2) Schifo o pietà; 3) La vera Italia?; 4) Dal basso e... Guarda la scheda del film