Magazine Martedì 1 giugno 2010

Amore bisex: chi scelgo, lei o lui?

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori mentelocaliani,
a causa di un problema tecnico, per alcuni giorni è stato impossibile scrivere ad Antonella Viale. Ora potrete nuovamente inviare la vostre mail alla Posta del Cuore tramite lo spazio che trovate qui sotto.

Per scrivere ad Antonella, clicca qui

Magazine - Cara Antonella,
mi chiamo Anna, sono di Roma, fidanzata da sei anni con Luca, siamo entrambi attori teatrali. La nostra è una storia bellissima, nata in palcoscenico, di alti e bassi come tutte le relazioni. Bellissima fino a due mesi fa. Il mio cuore è come chiuso da una zip, serrato.
Ero ad un addio al nubilato, tutte donne, come vuole la tradizione. A fianco a me una mia grande amica, G. Si beve, e non poco. E nasce un bacio tra me e lei, in macchina, un bacio appassionato. Lei mi confida che voleva farlo da tempo, ma che poi si sarebbe pentita. Un po' per Luca, un po' perchè avrebbe rovinato la forte amicizia che ci lega. Dice di essere attratta da me da sempre. E ti confesso che non mi sono scansata affatto, e non l'ho respinta. Ho come la sensazione di esserne affascinata, è difficile spiegarlo. Sono legata a Luca, credo di amarlo, ma la dichiarazione di G. mi ha spiazzata, così come lei mi spiazza a livello chimico. Non sapevo con chi parlarne, ti confesso che è dura aprirmi anche in forma di lettera. Sarà paura di me stessa? Chi ero fino a quel giorno? Una donna non pienamente soddisfatta dal suo rapporto etero? Oppure una che, inconsciamente e un po' per cliché sociale, stava mettendo la testa sotto la sabbia? Attendo una tua risposta,

Anna '75

Cara Anna,
mi hai detto quasi tutto, meno quello che è successo in questi ultimi due mesi: che ne è stato di Luca? e di G? Ti rendi conto che - per quanto sia difficile confrontarsi con la propria identità di genere - se non mi racconti il seguito, è improbabile che possa essere d'aiuto? Quindi scusa, ma nell'attesa che impariate tutte e tutti a contestualizzare ed esporre almeno gli elementi importanti, andrò a orecchio. Se il '75 corrisponde alla tua data di nascita, allora non sei più una ragazza e mi sorprenderebbe pensare che tu non abbia mai preso in considerazione l'ipotesi di essere omosessuale. Tuttavia può accadere che ci si nascondano delle verità fondamentali, ma può accadere anche - se si è fortemente empatici come sovente gli attori - l'attrazione sia stata suscitata da una sorta di identificazione nei bisogni della tua amica e ancora può accadere che ti sia venuta semplicemente voglia di provare. Perché ti faccio tre ipotesi? Non solo perché sono costretta ad andare a fiuto, anche perché due o tre cose che hai scritto sono rivelatrici: dici che credi di amare Luca e che la vostra è stata una storia bellissima. Di G. scrivi soltanto di essere fortemente attratta e affascinata, che ti ha risvegliato i sensi, alla fine.
Senza contare che è un'amica da anni, sa quali corde toccare, sa quello che ti aspetti.
Quindi se la domanda è effettivamente: sono omosessuale oppure no? La risposta che mi viene in mente è: no. Potresti essere bisessuale, come ognuno di noi - che voglia ammetterlo o no - ma non credo che tu sia particolarmente attratta dal tuo sesso, te ne saresti resa conto prima. Forse sei un po' stanca della relazione con Luca, forse hai un bisogno più generale di esplorare il mondo della sessualità. Perché no? Ormai non è più una vergogna, nè una scelta da occultare. Divertiti, possibilmente senza provocare troppa sofferenza, concediti una pausa esplorativa e non farti più domande che oggi, ripeto, non hanno più ragione di essere poste.

Auguri Anna,
Antonella

di Martina Guenzi

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

La grande bellezza Di Paolo Sorrentino Drammatico Italia, 2013 Il film è ambientato e interamente girato a Roma. Dame dell'alta società, parvenu, politici, criminali d'alto bordo, giornalisti, attori, nobili decaduti, alti prelati, artisti e intellettuali veri o presunti tessono trame di rapporti inconsistenti,... Guarda la scheda del film