Concerti Magazine Domenica 13 maggio 2001

Bono a Genova: il G8 nel pallone

Magazine - Guardate la foto, memorizzate questa faccia e state all’occhio. Perché, lo abbiate riconosciuto o no, sotto quel cappuccio e quegli occhiali da sole si nasconde nientemeno che Bono degli U2.
Ebbene, potrebbe capitarvi di vederlo spesso in città quest’estate.

A Genova, avete capito bene.

La prima volta dovrebbe essere il 18 giugno, in occasione della Partita del Cuore. La partecipazione del cantante irlandese è legata al carattere benefico dell’iniziativa, il cui ricavato andrà a favore della campagna per la cancellazione del debito, della quale Bono è uno dei promotori più attivi (tutti ricorderanno la performance sanremese dello scorso anno con The Edge).

L’incontro di calcio sarà uno degli eventi di avvicinamento al G8, e Bono, che il 17 giugno suonerà a New York, assicura che farà di tutto per esserci. Lo vedremo quindi palleggiare con Ramazzotti e i Lunapop (povero lui), ma soprattutto col gladiatore Russel Crowe e Ronaldo.

Ma non è tutto.

Perché il 21 luglio gli U2 saranno a Torino, per l’unica tappa italiana del loro tour mondiale. Negli stessi giorni, quindi, in cui si svolgerà il vertice degli otto grandi a Palazzo Ducale. Una coincidenza? Difficile crederlo. La data è stata sicuramente scelta ad hoc, e Bono non mancherà di far sentire la sua voce a favore della campagna Drop the Debt dal palco del Delle Alpi.

Ma, ancora, non è tutto.

Perché in passato il cantante ha sempre cercato di essere presente in prima linea. Nel 1999, in occasione del vertice dei G8 a Colonia, ha cercato di organizzare un concerto – evento, un vero e proprio in favore del terzo e quarto mondo nella città tedesca, coinvolgendo star del calibro dei R.E.M., Smashing Pumpkins, Oasis e Bob Geldof. Lo scorso anno era a Praga, per la manifestazione parallela e contestataria ai summit del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale. Dalla capitale cèca il cantante aveva invitato tutti i governi dei paesi ricchi a imitare l’Italia, dove era stata appena approvata la legge per la cancellazione del debito.

Sulla scorta di queste esperienze diventa persino troppo facile pronosticare la visita di Bono a Genova. La notizia circola nella rete, da ultimo un accenno nel sito dei Radiohead (che aderiscono assieme al leader degli U2 alla campagna Cancella il Debito) nelle settimane scorse. Ovviamente non c’è niente di ufficiale, ma scommettiamo che Bono non mancherà di far giungere il suo appoggio al Genoa Social Forum.

Fate attenzione quindi, e se vedete un ragazzotto con gli occhiali scuri e il cappuccio calato sulla faccia aggirarsi per via XX, non prendetelo subito per un facinoroso pronto a spaccare la vetrina di Mc Donald’s. Magari è “solo” un signore gentile che quando non cerca di salvare il mondo scrive canzoni indimenticabili.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

L'Ultimo imperatore Di Bernardo Bertolucci Drammatico Francia, Honk Hong, Italia, GB, 1987 La trama narra la vita straordinaria di Pu Yi, l'ultimo imperatore della Cina. Passando per gli Anni '20 e '30, vediamo prima Pu Yi play boy in esilio, poi burattino nelle mani dei giapponesi ed infine prigioniero dei sovietici nel 1946. Rientrato infine... Guarda la scheda del film