Concerti Magazine Lunedì 22 marzo 2010

s

Magazine - E il nome di Elton Dean ritorna. Nell'antichità si credeva che una persona, dotata di particolari talenti, post mortem, raggiungesse una dimensione divina. Anche il rock ha il suo pantheon a ben vedere. Anzi, a ben sentire.

Elton Dean, il grande sassofonista dei Soft Machine scomparso nel 2006, lo ritroviamo diluito nella sensibilità sonora di tre jazzisti eretici: il chitarrista belga Michel Delville, il tastierista britannico Alex Maguire e il batterista statunitense Tony Bianco. La band si dà un nome - DouBt - ed elabora un progetto discografico (Never Pet a Burning Dog), pubblicato dalla label newyorkese Moonjune ma registrato in diretta presso gli studios italiani della Electromantic di Beppe Crovella.

Il trio ebbe modo di collaborare in più occasioni con Dean (abbiamo già parlato di alcuni tributi su queste colonne) ma, con l'entità DouBt, il discorso si estende e va ben oltre.
Complice l'apporto dell'ospite Richard Sinclair (Caravan, Hatfield and the North, Camel) che, già dalle prime note della sua voce e del suo basso, trasferisce al CD una pertinente aria canterburyana: l'opener Corale di San Luca e Passing Cloud restituiscono un clima non dissimile a quello dei primi lavori di Robert Wyatt.

Ma la solidità strutturale dell'album va ricercata soprattutto nell'attitudine al riff "pesante", un po' ossessivo, tanto amato dai Soft Machine del dopo Wyatt (Elton docet): a corroborare simile modulo, i solisti alluvionali di Delville e le tastiere "sporche" di Maguire (Laughter). Colpiscono, inoltre, i giochi di atmosfere cangianti (Sea e Aeon quasi un omaggio alle dilatazioni davisiane di Bitches Brew), alcune stranissime deviazioni verso altri generi (Beppe's Shelter indecisa tra space rock e psichedelia dark) e le frequenti irregolari perturbazioni ritmiche (la zappiana e - paradossalmente - goticheggiante Cosmic Surgery dalle tensioni motiviche morriconiane). Notevole anche la riscrittura di Over Birkerot, composizione originale del chitarrista norvegese Terje Rypdal: qui i DouBt ne ricalcano il disegno arricchendolo di pregevoli puntate individuali. Chissà che cosa avrebbero potuto inventare Elton e il suo saxello?

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Io e te Di Bernardo Bertolucci Drammatico Italia, 2012 Lorenzo, un quattordicenne introverso che vive con difficoltà i rapporti con i suoi genitori e i compagni, decide di prendersi una vacanza chiudendosi in cantina, mentre tutti credono che lui sia partito per la settimana bianca. Per un’intera... Guarda la scheda del film