Magazine Sabato 6 marzo 2010

'Ultimi vampiri' di Gianfranco Manfredi

Magazine - I vampiri sono tra noi, o almeno lo sono in forma di personaggi letterari. Il vampiro come genere, come stereotipo del desiderio umano più grande: la lunga vita e l'eterna giovinezza, uniti alla paura di dannazione eterna, sono elementi da sempre presenti nel folklore e nelle leggende ad ogni latitudine.
Con il suo Ultimi Vampiri, riproposto in una versione estesa dalla Gargoyle (376 pp, 17 Eu) dopo la prima edizione Feltrinelli del 1987, Gianfranco Manfredi racconta i vampiri dall'interno, regalandoci una variegata carrellata di non morti che spaziano nei secoli, sospesi tra il vecchio e il nuovo continente.

Nove racconti, l'ultimo dei quali Summer of Love, inedito come Consunzione, che è un vero e proprio romanzo in cui sono i vampiri a raccontare se stessi, le loro vite di non morti, il loro camminare tra gli esseri umani. L'originalità di Manfredi - molto apprezzata nel romanzo Ho Freddo - è in questa antologia confermata e racchiusa nella sua grande capacità di contestualizzare un tema usato, e spesso abusato, come quello del non morto, in diversi periodi storici, analizzandolo attraverso varie forme di tradizioni, leggende, prospettive.

I vampiri di Manfredi si spogliano dagli stereotipi in cui sono spesso incatenati dalla letteratura di genere, per vestire i panni messi loro addosso dalla Storia, dal modo in cui le varie epoche hanno declinato un mito antico come la storia dell'uomo. Il contesto storico diventa così non solo decorativo, ma elemento decisivo: affascinante ad esempio la storia del vampiro di Versailles, principe di un popolo che decide di esiliarsi nel luogo più inospitale della Francia fino al momento in cui la loro monotonia viene rotta dall'idea di edificare uno dei più sontuosi palazzi del mondo.

Non mancano elementi grotteschi, quasi comici, come la bizzarra rinascita dell'arcivampiro, il più potente tra tutti i Maestri della Notte, che si trova fare i conti con un sedicente studioso. Il suo corpo, a cui la testa è stata staccata, se ne va in giro a fare danni.
In Guarigione, poi, è avvincente il modo in cui si gioca sui ruoli, tra vampiro e cacciatore di vampiri, in cui bene e male arrivano a confrontarsi e confondersi.
Menzione a parte merita Summer of Love, una storia raccontata in prima persona, ambientata nella Frisco (San Francisco) degli anni '60: amore libero, droga e motociclisti alla Easy Rider sono il contesto ideale in cui un Hell's Angel - il protagonista Lazlo - si trova a raccontare della sua nuova vita da non morto, sospesa tra il suo Maestro Sebastian, un vampiro millenario a cui gli anni vissuti hanno trasformato il presente in una grande malinconia del passato, la sua lunga trasformazione, ed un amore impossibile, speciale come un fiore solitario in un campo dimenticato, una fata di nome Rosalind.

Nomi, eventi, episodi, come il richiamo all'Inquisizione spagnola (Lipieza) o le epidemie di consunzione - vero a proprio humus per le leggente vampiriche - ma anche il rimando alla pellicola di Nosferatu (Il metodo Vago), film trasformato in leggenda dalla ambigua figura del suo protagonista, trasportano il lettore lontano dalla bolla di immaginato a cui una storia horror normalmente lo introduce, per spingerlo a farsi la domanda - ripetuta in una ricchissima appendice - sulla reale esistenza dei vampiri.
Una domanda su cui Manfredi gioca con grande maestria lasciando nel lettore il dubbio che si trasforma in curiosità di leggere una nuova pagina, un nuovo racconto, un nuovo romanzo come fosse il primo, in un continuo inseguire un mito diventato parte di questo tempo come lo è stato in passato, elemento di unione tra l'umanità che siamo stati e quella che saremo.

di Francesco Cascione

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Macchine mortali Di Christian Rivers Azione 2018 Dopo una guerra che ha devastato il mondo in sessanta minuti, ridefinendone addirittura la geografia, Londra è diventata una città predatrice, in movimento su enormi cingoli e armata di arpioni, che ha lasciato l'Inghilterra in cerca di... Guarda la scheda del film