Concerti Magazine Sabato 30 gennaio 2010

'What about me?', il giro del mondo con 1Giant Leap

Magazine - Pronti per un giro del mondo in due ore? È quello che propongono, in musica, Jamie Catto e Duncan Bridgeman, la coppia di dj inglesi riuniti sotto la sigla 1Giant Leap, che ha riversato su doppio cd e dvd, al termine di un lavoro durato quattro anni, i materiali raccolti nel loro personale world tour di 7 mesi.

Il risultato va sotto il titolo What about me?(One world), e, anche se il genere di dj che diventa animatore culturale sotto l'ampia e comoda etichetta della world music comincia un po' a stancare, in questo caso l'operazione, per mezzi profusi e risultati ottenuti, merita tutta la nostra considerazione. I due viaggiano, registrano e filmano fra America, Asia e Africa, sempre seguendo la traccia di un tema preciso, quello della follia collettiva che caratterizza ed unisce le nostre vite, riassunta nell'esplicito titolo del lavoro, che in italiano suona Che ne sarà di me?. Un passo avanti, dunque, rispetto al primo omonimo reportage audio video del 2001, accompagnato da ottimi riscontri e insignito di una doppia nomination ai Grammy Awards, dedicato a temi come denaro, amore, sesso e religione.

Registrato in 50 diverse location, con artisti provenienti da cinque continenti, incluse star internazionali come Carlos Santana, Baaba Maal, Maxi Jazz, Alanis Morisette, Daniel Lanois e Michael Stipe, (coautore di uno dei pezzi più belli, I have seen troubles), e con importanti testimonials dal mondo del cinema (Susan Sarandon, Stephen Fry e Tim Robbins) e della letteratura (Kurt Vonnegut, Noam Chomsky ), il lavoro è un vero e proprio affresco multietnico, composto da mille colori e lingue musicali diverse, con una predilezione per il ritmo e la melodia assicurati dalle tracce di base dei due musicisti inglesi.

La parte visuale, concentrata nel doppio dvd omonimo, è un diario di viaggio che collega ambienti ed immagini ripresi nelle varie location di registrazione, oltre a una serie di episodi tematici realizzati per la televisione, e costituisce l'ideale completamento del lavoro, permettendo di seguirne la genesi e lo sviluppo a diretto contatto con i protagonisti.

Le premesse concettuali e gli approfondimenti, a disposizione di chi voglia avere uno sguardo globale sul nostro vivere, non appesantiscono l'opera in termini di fruizione: tutto scorre assolutamente liscio e molto accattivante anche per un ascolto distratto. Non male, riuscire a divertire e far riflettere contemporaneamente, magari volando in giro per il mondo.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film