Magazine Mercoledì 13 gennaio 2010

Il tour Mursiapasspartù in partenza a Genova

Magazine - Si chiama Baloo, in omaggio a Rudyard Kipling, il primo MursiaPasspartù, un Tir che si apre e diventa uno spazio-libreria con migliaia di volumi, postazioni di gioco, computer per scrittura individuale e collettiva, schermi, sistema audio e persino un angolo per presentazioni e aperitivi. Dal 16 gennaio MursiaPasspartù partirà per un tour che toccherà piccole e medie città italiane per un viaggio culturale di oltre 2000 chilometri.

L'iniziativa è promossa da Mursia. Fondata nel 1955, è uno dei marchi storici dell'editoria italiana; con questo progetto la Casa editrice attraverserà l'Italia da nord a sud portando in giro il catologo Mursia - 3800 titoli suddivisi in ottanta collane - i volumi degli editori distribuiti da Mursia (Beit, CremonaBook, Edizioni Olivares, Settecolori, Albatros, IBL, Luciana Tufani Editrice), tre postazioni di gioco Nintendo per un totale di dodici console dove sarà possibile mettere alla prova la propria elasticità cerebrale con i test di Brain Training e More Brain Training, i misteri del Professor Layton, La Guida in cucina.

Dalla Spezia arrivano sia il road manager, Luca Bondielli, sia la libraia Cristina Mariotti. Entrambi poco più che trentenni: Bondielli ha una lunga esperienza di organizzatore di eventi culturali, Cristina Mariotti ha lavorato a lungo da Ricci, storica libreria spezzina.
Prima tappa sarà Crema, dove MursiaPasspartù si fermerà dal 16 al 31 gennaio in piazza Duomo proponendo alla città, gratuitamente, un calendario di eventi, attività letterarie, incontri con scrittori.
Seguiranno Arona, Carpi, Rovigo, Sesto Fiorentino, Peschiera del Garda, Lovere, Cervia e la riviera romagnola, Cittadella, Calci (Pi), Pompei, Latina, Mondovì. Tappe speciali saranno Bergamo per l'Adunata nazionale degli alpini, Torino per il Salone internazionale del libro, Lerici per la rassegna Lerici legge il mare e Genova per il Salone nautico.

MursiaPasspartù si ferma nelle città quindici giorni e propone un calendario di eventi, presentazioni di libri e attività letterarie gratuite e aperte a tutti. Lo schema generale che si declina in ogni città a secondo delle caratteristiche e delle esigenze locali è questo: la mattina attività per gli alunni delle scuole; nella pausa pranzo prove libere con i giochi Nintendo per allenarsi alla gara Cervelli in movimento che ogni sabato mette in palio una console Nintendo; dalle 16 alle 18 spazio per le lezioni: scrittura creativa, bridge, scacchi, cucina, vela, meteorologia. Alle 18 (nel periodo invernale) presentazioni di libri e incontri con gli autori: saggisti e romanzieri si alterneranno nello spazio riscaldato di MursiaPasspartù. Per le presentazioni serali nel periodo invernale gli incontri si terranno nelle sale comunali, nel periodo estivo direttamente nelle piazze. Passpartù Party, la festa d'inizio con letture sceniche, segna l'apertura delle attività, al termine delle due settimane con il PasspartùRi-Party il truck si rimette in movimento.

Inoltre a bordo di MursiaPasspartù è stata anche installata una postazione attraverso la quale il pubblico potrà misurarsi con forme di scrittura, individuale e collettiva, e partecipare al Premio Passpartù, il primo premio letterario italiano in cui i giurati saranno direttamente i lettori.
I voti di ogni città verranno consegnati a un notaio al termine di ogni tappa e alla fine del tour a dicembre 2010 verrà composta una cinquina finale.

«Mettere in piazza una casa editrice significa anche cambiare le modalità di invio e ricezione delle opere degli aspiranti scrittori», spiegano da Mursia. «Ogni giorno arrivano nella nostra sede tra i 30 e i 50 dattiloscritti. Tutti vengono letti, valutati, respinti o accettati a secondo della loro qualità e della coerenza con le nostre linee editoriali. Con MursiaPasspartù sarà possibile non solo consegnare ai nostri collaboratori presenti sul territorio le proprie opere ma anche lasciarle direttamente sulla postazione di scrittura presente sul truck».


Un computer touch screen, per rendere più semplice l'interazione anche con chi ha poca dimestichezza con l'informatica, sarà tutto il giorno a disposizione del pubblico con queste attività:

Il micro-racconto. La formula dei racconti brevissimi lanciata dai nuovi social network diventa on the road. Sul computer gli aspiranti scrittori potranno lasciare la loro micro storia: argomento in soli 254 caratteri. La Casa editrice farà poi una selezione dei migliori per una antologia collettiva che verrà pubblicata a fine tour. Il romanzo collettivo. Un editor della Casa editrice lascerà sulla pagina elettronica l'incipit di un romanzo, indicando alcuni personaggi e una situazione iniziale. Tutti gli altri dovranno proseguire basandosi sullo sviluppo della trama delineato da chi li ha preceduti;

Le parole perdute. Ci sono migliaia di parole della lingua italiana cadute in disuso. Chi usa più il duplex? E che fine ha fatto la brillantina? O la spiorla. Non solo parole dialettali ma anche vocaboli che fanno riferimento ad attività e stili di vita che non sono più in voga. Le parole perdute potranno essere lasciate nella postazione di scrittura insieme a una breve descrizione del significato.

I ricordi. La lunga tradizione di memorialistica delle collane di storia di Mursia si arricchisce di un nuovo settore: i ricordi degli italiani. Le memorie di famiglia, i diari, storie del passato lontano o recente, scritti direttamente o con l'aiuto degli editor della casa editrice confluiranno nel Grande libro degli Italiani.

Le ricette. Nuove o tradizionali, inventate o ereditate dalla mamma, il viaggio nelle città italiane non poteva trascurare la tradizione enogastronomica italiana. Le più originali (e buone) saranno inserite nel Grande libro delle ricette italiane.

di Samantha Chittolina

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Tempi Moderni Di Charles Chaplin Commedia Usa, 1936 Impazzito per i forsennati ritmi di lavoro della catena di montaggio, Charlot finisce in ospedale e quando ne esce non ha più lavoro. Trova lavoro come cameriere in un ristorante dove canta la sua ragazza, ma deve fuggire e i due si ritrovano all'alba,... Guarda la scheda del film