Magazine Giovedì 7 gennaio 2010

'Il signor Qualcunaltro': (quasi) come Matia Pascal

Magazine - Il tema dell'essere qualcun'altro, di non riconoscersi in se stessi, era già stato trattato da Pirandello soprattutto nei suoi due romanzi, Uno nessuno e centomila e Il fu Mattia Pascal.
In Pirandello tale condizione assumeva valore di tragedia umana ed esistenziale e spaesamento sociale. Qui no.

Il libro di Egloff Joël, Il signor Qualcunaltro (Instar Libri, 2008, 151 pp, 14 Eu), ci racconta con toni di farsa le vicissitudini dell'io narrante di cui nulla sappiamo, né nome, né lavoro, né niente.
Prima viene scambiato per un malvivente che ha tradito i compagni della gang cui apparteneva e pertanto riempito di botte. Poi la vicina di casa lo prende per il marito che l'ha piantata con tutti gli equivoci del caso. Il postino, ancora, pensa che abbia un altro nome e così via per tutte le pagine del romanzo, senza che il protagonista si ribelli mai per questo scambio di identità.

Qualche punto è abbastanza comico e strappa un sorriso, a volte ci si arrabbia anche nel constatare l'arrendevolezza del protagonista nel subire la propria condizione esistenziale di essere per l'appunto qualcun'altro. Insomma una lettura tutto sommato abbastanza piacevole, con indubbi spunti umoristici ed una scrittura e trama decisamente spiazzante.

Pirandello è però un'altra cosa.

di Enrico Carrea

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Darkest Minds Di Jennifer Yuh Nelson Fantascienza U.S.A., 2018 Dopo che una malattia sconosciuta ha ucciso il 98% dei bambini, il 2% dei sopravvissuti sviluppa misteriosamente dei superpoteri. Proprio a causa delle loro straordinarie abilità, i ragazzi vengono dichiarati una minaccia dal governo e rinchiusi in campi... Guarda la scheda del film