Magazine Venerdì 11 dicembre 2009

L’eccitazione, tra scene lesbo e complesso di Edipo

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Gentile Dottore,
Vorrei sottoporle alcune domande. In primo luogo, perché quasi tutti gli uomini si eccitano tantissimo nel vedere scene lesbo, e invece le donne non altrettanto con scene gay?
Inoltre, quale spiegazione scientifica si può dare dal fatto che sono sempre attratto sessualmente da donne mature, anche anziane? Io, una mia teoria ce l'avrei. A tal proposito devo dire che negli anni adolescenziali e pre-adolescenziali ero fortemente attratto da una mia zia e un po' anche da mia sorella: si tratta di una sfumatura del complesso di Edipo?
Grazie.

Grazie a lei per avere scritto domande con le quali ha posto una serie di questioni decisamente interessanti. Prima di entrare nel merito, però, vorrei premettere che, in questi contesti, è difficile rispondere in maniera scientifica ed è più adatto parlare di ipotesi di lavoro o di teorie di riferimento. E, sopratutto, di modelli culturali. Per esempio, nella sua domanda lei compie alcune generalizzazioni improprie che contrastano con il rigore scientifico: ‘quasi tutti' (quanti?) ‘si eccitano' (davvero?) guardando ‘scene lesbo' (di che tipo?).

In senso generale, si potrebbe dire che le modalità di eccitazione per gli uomini e per le donne passano attraverso meccanismi psico-fisiologici che hanno punti di riferimento diversi. Volendo sintetizzare al massimo e generalizzando, gli uomini guardano la scena in generale e si immaginano cosa potrebbero fare in quella situazione, mentre le donne analizzano di più i dettagli e le atmosfere e si chiedono che ruolo o che coinvolgimento potrebbero avere con i personaggi che vedono. E sono due approcci molto diversi, no?
Allo stesso tempo, però, dovremmo notare come mai non capita frequentemente di vedere una donna girarsi per la strada per guardare le gambe ad un uomo, cosa abbastanza frequente per gli uomini. O forse anche le donne lo fanno, ma senza farsene accorgere dagli altri. Ma credo che in questo, oltre ad una spiegazione scientifica, abbiano un peso determinante gli stereotipi e i condizionamenti del pensiero sociale.

Discorso analogo per l'attrazione verso le donne più grandi, che potrebbe essere un insieme di più fattori. Un residuo del complesso di Edipo? Forse sì, ma anche una serie di esperienze affettivo- relazionali vissute in giovane età che presumibilmente si sono intrecciate, ricombinando assieme identità personale, ruoli e mete sessuali. Sono costretto a tenermi sul generale perché scendere nello specifico della sua storia richiederebbe un livello di analisi e di conoscenza più affinato. Così mi permetto solo di farle notare che essere affascinati dalla zia non è un fatto poi cosi strano (come testimoniato anche in molti film - che però sono un riferimento assai poco scientifico), e non necessariamente porta inevitabilmente ad essere attratti da donne più anziane.
Al contrario, essere attratti dalla propria sorella è già un poco più indicativo di una situazione di vita familiare in cui i comportamenti e i vissuti emotivi ed erotici hanno dei confini cosi labili da far scaturire una certa confusione nei ruoli e nelle mete sessuali.

Ma, dopo tutte queste parole, come noterà, resta il fatto che non ho davvero risposto alle sue domande; questo perché, forse, l'argomento non può essere trattato e risolto in poche righe, né spiegato con delle formule sintetiche.
Il discorso sulla sessualità e sulle mille forme in cui si palesa è in realtà molto complesso e delicato. Spero solo di averle fornito alcuni spunti su cui riflettere e magari confermare o modificare l'idea che già si era fatto, cosi come sarebbe interessante avere da chi legge questa rubrica - che resta rigorosamente anonima - altri punti di vista o esperienze al riguardo.
Saluti,
Ventura


* psicoterapeuta

di Marco Ventura *

Potrebbe interessarti anche: , Doc Omosex? Forse è solo ipocondria , «Mi piacciono le donne ma guardo gli uomini», il dubbio di Alessandro , «Nessuno riconosce i miei sforzi», lo sfogo e la risposta dello psicologo , «Mi sento più uomo che donna, sarò lesbica?», i dubbi di una ragazza , «La mia ragazza è attratta da un'altra ragazza ma non mi vuole lasciare. Cosa devo fare?»

Oggi al cinema

Ocean's 8 Di Gary Ross Azione, Drammatico, Thriller U.S.A., 2018 Cinque anni, otto mesi, 12 giorni... Questo è il tempo durante il quale Debbie Ocean ha progettato il colpo più grande della sua vita. Sa perfettamente che deve mettere su una squadra con le migliori nel loro campo, a cominciare dalla sua... Guarda la scheda del film