Magazine Domenica 6 maggio 2001

Storia della filosofia della scienza

Magazine - In Storia della filosofia della scienza (Il Saggiatore, Milano, 1989) David Oldroyd scrive:

Il lettore si renderà ora ben conto che l’elemento principale a cui ho deciso di ancorare la mia esposizione è stato un modello del processo di ricerca scientifica che ho chiamato “l’arco della conoscenza”.

Secondo questo modello, dal mondo dei “fatti” osservati (fenomeni o dati) si ascende per induzione a “principi” scientifici, e da questi principi si procede, inversamente, a fare deduzioni da altri “fatti”, che possono essere controllati sperimentalmente, così che l’intera “struttura” consegue una certa forza e sicurezza. Questo modello, che potrebbe essere presentato anche come una descrizione ipotetico-deduttiva della scienza, ha manifestato nella storia della scienza “occidentale” una plasticità considerevole, e nel tracciarne la storia e le numerose varianti abbiamo potuto trattare gran parte della letteratura metascientifica storica con una considerevole economia di pensiero.

Persino nel periodo moderno il modello rimane valido come immagine generale del modo in cui alcuni autori vedono la “struttura” della scienza, anche se … oggi l’arco sembra sul punto di crollare. O forse c’è sì una “struttura della scienza, ma essa è così incompleta che nessuna immagine semplice come quella dell’arco può essere ritenuta una sua rappresentazione adeguata.

>Nicla Vassallo (ricercatrice di Filosofia all'Università di Genova ed esperta di filosofia angloamericana).

vedi anche:
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
e l'intervista Leggi l'articolo .

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani

Oggi al cinema

La morte corre sul fiume Di Charles Laughton Drammatico U.S.A., 1955 Capolavoro segreto del cinema americano, fonte di ispirazione per Scorsese, Malick e mille altri, l’unica regia di Charles Laughton è una fiaba gotica vista dagli occhi di due bambini. Una delle più grandi interpretazioni di Robert... Guarda la scheda del film