Magazine Lunedì 2 novembre 2009

Addio Alda Merini, genio e follia della poesia

L'ultimo saluto a Alda Merini è fissato per mercoledì 4 novembre 2009 alle ore 14 al Duomo di Milano. Saranno Funerali di Stato, ha annunciato il sindaco Letizia Moratti.
La camera ardente sarà allestita a Palazzo Marino martedì 3 dalle ore 8.30. La poetessa sarà poi sepolta al Famedio del Cimitero Monumentale.

Magazine - Dopo Fernanda Pivano se n'è andata un'altra grande della cultura italiana del Novecento. Alda Merini si è spenta a Milano il primo novembre 2009, a 78 anni. Sul suo sito ufficiale, secondo le ultime volontà della scrittrice, è stata pubblicata una sua foto di qualche anno fa e, accanto, le parole Sono una piccola ape furibonda. Mi piace cambiare colore. Mi piace cambiare di misura.
Un animo semplice ma con sprizzi di stravaganza. Una poesia inquieta, che ha dato parole a solitudini e sofferenze.

Genio e follia, Alda Merini era considerata la più grande poetessa italiana vivente. Una vita, la sua, fuggita via tra ombre e dolori: iniziò a scrivere versi a 16 anni, fu amica di Quasimodo e Pasolini, si sposò due volte.
Tra gli ultimi anni Sessanta e i primi Ottanta visse la drammatica esperienza del nosocomio. Fu internata nella clinica psichiatrica Paolo Pini di Milano: un periodo che ha coinciso con tre lustri di silenzio letterario, dal quale nacquero poi la raccolta di poesie La Terra Santa nel 1984 - il suo capolavoro, secondo molti - e il libro di prosa L'altra verità. Diario di una diversa del 1986.
Nel 1996 fu proposta per il Premio Nobel per la Letteratura dall'Academie Française.
Alda Merini ha vissuto gli ultimi anni nella sua casa sui Navigli in una sorta di indigenza: un apparente disordine che in realtà era noncuranza. Sola, volontariamente isolata dal mondo. Nel 2007 il Comune di Milano le staccò addirittura il gas per paura di un suicidio. Lei, intanto, non aveva mai perso l'entusiasmo né la vena artistica: nel 2001 propose alla band genovese Altera di mettere una sua foto mezza nuda sulla copertina del disco Canti di spine; nel 2004, per i suoi 73 anni volle festeggiare regalandosi uno spogliarello maschile.
Ecco com'era Alda Merini: curiosa, semplice, irregolare, viva.
Tra le ultime collaborazioni artistiche, quella con il musicista Giovanni Nuti: nel 2010 è atteso il disco con le sue poesie postume.

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Non ci resta che vincere Di Javier Fesser Commedia 2018 Marco Montes è allenatore in seconda della squadra di basket professionistica CB Estudiantes. Arrogante e incapace di rispettare le buone maniere viene licenziato per aver litigato con l'allenatore ufficiale durante una partita. In seguito si mette... Guarda la scheda del film