Magazine Venerdì 23 ottobre 2009

'Toilet': al gabinetto con un libro

Magazine - C’è chi in bagno ci va col giornale sotto braccio, chi passa il tempo cercando immagini nelle venature delle piastrelle o leggendo le scritte dietro al primo flacone di bagnoschiuma a tiro. Qualche anno fa hanno anche inventato gli assorbenti parlanti, quelli con le frasette stile Baci Perugina. E se potessimo leggerci un bel racconto? 80144 edizioni se ne esce con una nuova raccolta di Toilet. Racconti brevi e lunghi a seconda del bisogno.
Titolo e sottotitolo si presentano da soli. Racconti da cesso, ognuno con un tempo di lettura previsto nello stile di Vanity Fair (che anche il noto settimanale avesse pensato alle stesse esigenze?), da leggere comodamente in bagno. Mai più di trenta minuti a racconto.

Novità in arrivo a novembre, i fumetti da gabinetto, Toilet Comics, e Toilet 17, l’ultimo volume di racconti che da quattro anni, ogni quattro mesi, propone nuove storie e nuovi autori.
Forse Paolo Baron, ideatore e direttore della pubblicazione, deve aver pensato a quale fosse il posto in cui si legge di più, e Toilet ne è stata la risposta. Non a caso anche Umberto Eco consiglia di iniziare col leggere libri al gabinetto, quando la lettura ancora intimidisce: 'Scoprirete che anche voi avete un’anima', scriveva in La memoria vegetale.

Gli autori sono più o meno noti. Da Pulsatilla e Pennacchi, fino allo scrittore in erba che vorrebbe vedere le sue carte pubblicate. Sì, perché mandare un proprio racconto da pubblicare su Toilet è facile e sul sito trovate tutte le istruzioni. Entro il 27 novembre 2009 c’è tempo per mandare il proprio racconto per la pubblicazione di Toilet 21.
Sempre online troverete la sezione per acquistare i racconti e leggerne alcuni delle scorse pubblicazioni: ad accogliervi, il sottofondo di uno sciacquone.

di Federica Verdina

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Quasi nemici L'importante è avere ragione Di Yvan Attal Drammatico, Commedia Francia, 2017 Neïla Salah è cresciuta a Créteil, nella multietnica banlieu parigina, e sogna di diventare avvocato. Iscrittasi alla prestigiosa università di Panthéon-Assas a Parigi, sin dal primo giorno si scontra con Pierre Mazard, professore celebre per i suoi... Guarda la scheda del film