Concerti Magazine Lunedì 12 ottobre 2009

È morto Stephen Gately, cantante dei Boyzone

Magazine - Lunedì 12 ottobre, ore 12.45 - AGGIORNAMENTO

Otto ore di baldorie e di alcol. Questa sarebbe stata la causa della morte di Stephen Gately, leader della boy band irlandese Boyzone. Il cantante, in vacanza a Port D'Antraxt, nell'isola di Maiorca, avrebbe trascorso la nottre in un night club gay in compagnia del marito Andrew Cowles e di un amico, Giorgi Duchev, che ha confermato: «Stephen era totalmente devastato».
Secondo la polizia, Gately sarebbe morto perché soffocato nel vomito. È stato Andrew a ritrovare il compagno la mattina dopo. Stephen si trovava sul divano e pareva addormentato. Andrw ha provato a rianimarlo, ma senza risultati. Attesa l'autopsia nelle prossime ore.



Lunedì 12 ottobre, ore 10.00

Domenica 11 ottobre Stephen Gately, leader della boy band irlandese Boyzone insieme a Ronan Keating, è morto improvvisamente e misteriosamente. Aveva 33 anni.
Il cantante si trovava a Port D'Antraxt, nell'isola di Maiorca, per una vacanza. Insieme a lui il fidanzato storico, Andrew Cowles, che aveva sposato con rito civile a Londra nel 2006.

Gately è stato trovato senza vita nella stanza da letto del suo lussuoso appartamento, ma la causa della morte non è affatto chiara: secondo le prime indiscrezioni, pare che il cantante non abbia fatto uso di stupefacenti. Sul suo corpo non ci sono tracce di violenza e la polizia esclude che si sia trattato di suicidio. Sabato sera Gately sarebbe uscito per bere un paio di drink. Una volta in albergo, si sarebbe addormentato, purtroppo per sempre.
Sconvolti dalla notizia gli ex Boyzone Ronan, Keith, Mikey e Shane, che sono volati a Maiorca per dare a Gately l’ultimo saluto: «siamo completamente devastati per la morte del nostro amico e fratello Stephen. Assieme a lui abbiamo condiviso momenti stupendi durante il corso degli anni», hanno dichiarato, «ci mancherai per sempre, Steo». Inconsolabili anche Elton John e il suo compagno, amici di Gately: «io e David siamo sconvolti da questa tragedia. Stephen era l'anima più gentile che si potesse immaginare».

La band dei Boyzone era nata nel 1993, all’epoca in cui le boy band andavano per la maggiore. Nel '98 si erano sciolti, per la disperazione delle tante ragazzine adoranti. Dai Take That ai Backstreet Boys, le boy band hanno avuto tutte l’ennesimo destino: create a tavolino e composte da ragazzi carini dalla faccia pulita, colpivano al cuore le adolescenti con le loro canzonette, ma il loro successo durava solo pochi anni. Un fenomeno di costume tornato in auge negli ultimi anni, quando alcune delle band storiche di allora hanno deciso di riunirsi, conquistando nuove fan e richiamando l’attenzione delle nostalgiche, ormai trentenni. Negli anni di silenzio, i componenti delle varie band hanno avuto destini diversi. In pochi, comunque, sono riusciti ad emergere anche come solisti. Tra questi, Robbie Wiliams e Justin Timberlake.

Stephen Gately era sparito dalle scene, ma era riuscito comunque a distinguersi, sconvolgendo le sue fan: nel 1997 dichiarò al mondo la propria omosessualità: «è la cosa più difficile che io abbia mai fatto, ma lo debbo a voi, oltre che a me stesso: devo essere completamente onesto. Molti dei nostri seguaci potranno esser scioccati, ma spero che capiscano quanto è importante per me rivelare di essere gay».
Sarà l'ennesimo artista ucciso dal successo - o, come in questo caso, dall'insuccesso? - probabilmente le indagini in corso sulla morte del giovane Gately ci daranno la risposta.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Quasi nemici L'importante è avere ragione Di Yvan Attal Drammatico, Commedia Francia, 2017 Neïla Salah è cresciuta a Créteil, nella multietnica banlieu parigina, e sogna di diventare avvocato. Iscrittasi alla prestigiosa università di Panthéon-Assas a Parigi, sin dal primo giorno si scontra con Pierre Mazard, professore celebre per i suoi... Guarda la scheda del film