Magazine Venerdì 9 ottobre 2009

Tradimento e sensi di colpa

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Buongiorno,
sono stata fidanzata nove anni. Adesso sono sposata da qualche mese e da circa tre anni sento un ragazzo che mi aveva dato ripetizioni quando ero all'Università. Allora era fidanzato con una mia amica, oggi è sposato con una ragazza straniera.
Da circa un anno ci incontriamo. Viviamo lontani ed io ho inventato scuse varie - e così anche lui - per poterci vedere.
Per le prime due volte, nonostante il forte desiderio, non abbiamo fatto l'amore: io avevo paura e lui mi ha rispettata, ma l'ultima volta che ci siamo visti lo abbiamo fatto. Ma la cosa essenziale, che anche lui dice, è che ci piace baciarci, accarezzarci e facciamo un sesso splendido.
Ma invece di sentirmi in colpa, quando ritorno a casa sono più serena con mio marito ed è come se nulla fosse.
È grave? Non riesco a rinunciare alla mia relazione: ci desideriamo entrambi, e soprattutto mi accorgo che anche lui prova le stesse mie sensazioni.
Grazie

Buongiorno,
ho letto la sua storia e, visto che lei racconta solo di sensazioni positive, mi stupisco che mi chieda se è grave. Questo mi fa sorridere, perché essere preoccupati perché non si hanno sensazioni negative è sottilmente ironico. Ma non banale.
E lei non chiede - per fortuna - se è giusto o meno, ma solo se questa vicenda possa essere vissuta serenamente, così come lei la sta vivendo.
Le risponderò considerando che, dal mio punto di vista clinico (che non è necessariamente l'unico), il benessere è da considerarsi come un dato sostanzialmente positivo, specie se questo benessere non va a discapito del benessere di altri.
Sarebbe interessante capire quali sono i meccanismi che sorreggono questo gioco, ma forse sarebbe soltanto un passatempo per noi indagatori della psiche e nulla cambierebbe nelle sue scelte, almeno per ora.
E dunque: non è grave, fino a quando resterà un segreto. Questa non vuole essere una facile battuta: lei ha trovato un equilibrio tra le sue pulsioni che potrebbe essere suo e soltanto suo.


*psicoterapeuta

di Marco Ventura*

Potrebbe interessarti anche: , «Il mio ragazzo guarda film porno, ma non fa sesso con me» , Paura di sposarsi: i dubbi di una ragazza, la risposta dello psicologo , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre

Oggi al cinema

Un altro me Di Claudio Casazza Documentario Italia, 2016 Guarda la scheda del film