Weekend Magazine Venerdì 14 agosto 2009

Parchi acquatici in Liguria, ma non solo

© www.lecaravelle.com

Hai trascorso un weekend al parco acquatico con i tuoi amici? Inviaci le tue foto all'indirizzo , le pubblicheremo su mentelocale.

Magazine - Ragazzi, che caldo! Ferragosto è alle porte e in città si boccheggia. Per chi è già tornato o deve ancora partire per le vacanze - ma anche per chi quest’anno ha scelto di risparmiare e resta a casa - ci vuole una soluzione.
La più semplice viene dal mare: un weekend in spiaggia è quello che ci vuole, ma se la lotta per trovare il posto dove sistemare l'asciugamano è simile a quella per il parcheggio, beh, allora la giornata rischia di trasformarsi in un incubo. E poi la sabbia è rovente, fa caldo e all’ora di pranzo bisogna trovar rifugio sotto l’ombrellone.

C’è però una soluzione alternativa che unisce la necessità di un po' di refrigerio al divertimento puro e semplice: una giornata al parco acquatico. Ecco gli ingredienti: un costume da bagno da strapazzare un po’, la voglia di qualche emozione forte e il classico gruppone di amici al seguito.

Partiamo dai parchi più famosi. Per chi vuole restare in Liguria ci sono Le Caravelle di Ceriale. Raggiungerle è semplice: in auto si imbocca la A10 Genova-Ventimiglia; in treno si scende ad Albenga. Da lì un bus-navetta vi accompagnerà direttamente al parco (trovate qui tutti gli orari: www.lecaravelle.com).
Alle Caravelle ci si può divertire nei modi più diversi: ci sono le lezioni di aquagym, le scuole di ballo latino americano e anche un baby club gratuito. Per placare l’appetito, c’è anche una focacceria tipica ligure. E poi, ovviamente, scivoli per tutti. Quelli riservati ai più temerari hanno dei nomi che sono un programma: Kamikaze, Rio Colorado, Rapide del Rio Bravo. Ma ci sono anche le zone dedicate al relax, con le vasche idromassaggio.

Non troppo distanti dalla Liguria, a Borghetto Borbera (provincia di Alessandria), ci sono le Bolle Blu. Sul sito dell’acquapark viene specificato che, a causa della chiusura del tratto autostradale A7 dal 5 al 18 agosto, per chi proviene da Genova si consiglia di entrare in autostrada al casello di Bolzaneto; per chi proviene dalla Riviera di Levante bisogna uscire a Genova Ovest e rientrare in autostrada sempre al casello di Bolzaneto. Il problema esiste solo in direzione Milano, per il ritorno è tutto nella norma.
Fra le attrazioni, il Foam: tre morbidi tappeti per scivolare veloci e sicuri verso una rinfrescante caduta nelle acque della piscina. Per i bambini c'è una vasca dedicata, ma anche i giochi all'asciutto. La piscina rettangolare è adatta a chi vuole prendere qualche lezione di nuoto; quella ad onde vi farà provare l'ebbrezza della nuotata in mare aperto, con tanto di cavalloni.
La trottola è un'esclusiva delle Bolle Blu: sparati in un enorme imbuto a velocità supersonica, lotterete contro la forza di gravità prima di concludere il giro in un tuffo spettacolare. Brividi!

Ancora in provincia di Alessandria, a Castelletto d’Orba – e a pochi metri dall’Outlet di Serravalle Scrivia - c'è Lavagello, che con i suoi 5.000 metri quadrati è il parco acquatico più grande del basso Piemonte.
Ecco alcune delle attrazioni: la Laguna caraibica, di oltre 2.000 metri quadri, vede giochi d’acqua, idromassaggi e solarium acquatico. Sul bagnasciuga della laguna, per il piacere dei bimbi, c’è l'Isola del Tesoro, un parco giochi con sette scivoli. Nello stesso settore è presente un animatore professionista per il divertimento di tutti.
Multirace Foam è lo scivolo a quattro corsie più veloce d’Europa. Rapid River vi permette di scendere tra le rapide di un torrente sopra di un gommone: per chi ama le emozioni forti.

Passiamo alla Lombardia. Il Water & adventure park Acquaneva di trova ad Inzago, in provincia di Milano. Qui i giochi d’acqua si uniscono al verde, alla musica, agli eventi. Tra gli scivoli, Anaconda e Kamikaze sono i più adrenalinici, ma si può anche scegliere di rilassarsi a bordo di grandi ciambelloni galleggianti. Le piscine restano aperte anche la sera, dalle 19 alle 21.30, dal mercoledì alla domenica. Tra le zone più suggestive, la spiaggia con sabbia bianca attrezzata con lettini ed ombrelloni, che si apre sul lago naturale del parco.
Nella stessa area si trovano le vasche idromassaggio e la scenografia del Molo62, che prende vita la sera trasformando l’intera spiaggia in un locale notturno con musica ed animazione.
Per Ferragosto è prevista al parco una grande festa tra musica, danze, giochi ed happy hour. E in ogni momento potreste ritrovarvi ricoperti di schiuma.

A Milano Baggio c’è il Gardaland Water Park, che per tutto il mese di agosto è visitabile con un biglietto a prezzo ridotto (10 Eu): basta scaricare il coupon sul sito www.parcoaquatica.com). Da provare lo Space bowl, uno scivolo fatto a forma di vortice che culmina in un tuffo imprevedibile. E ancora, il Rafting pipe: una rampa a forma di V alta 10 metri da attraversare su un gommone: le evoluzioni e la sensazione di vuoto sono assicurate. Per una pausa in relax, tra rocce e cascate, c’è invece la Laguna Azteca.

Concludiamo con uno dei parchi acquatici più famosi d’Italia (e forse d’Europa): l’Aquafan di Riccione. Ecco le sue attrazioni: il River Run è uno scivolo alto 200 metri da cui scendere in gommone. I tre scivoli alti sono delle montagne russe da fare in acqua. L’ultima idea si chiama Speedriul, uno scivolo a tubo che a metà percorso si apre su una rotatoria a imbuto, immettendosi poi in un altro tubo.
Extreme River, inaugurato nell'estate del 1999 da Claudia Gerini e Jenny Mc Carthy, è l'attrazione preferita dai vip che fanno tappa ad Aquafan: da Anna Falchi a Marco Materazzi, da Michelle Hunziker al pilota del Motomondiale Jorge Lorenzo. È lo scivolo più veloce del parco: si scende a 70 km/h.

Oggi al cinema

Cronache di poveri amanti Di Carlo Lizzani Drammatico Italia, 1954 Tratto da un libro di Vasco Pratolini, Cronache di poveri amanti è un film di Carlo Lizzani del 1954. Vincitore del Nastro d'argento per per la miglior musica e la migliore scenografia, racconta la storia di Mario, tipografo... Guarda la scheda del film