Magazine Venerdì 26 giugno 2009

'Io non so chi sei', antologia di racconti gay

Magazine - Un adolescente si suicida perché preso in giro dai compagni di classe: «sei gay», gli dicono. Una ragazza di diciassette anni, che neppure lo conosceva, va al suo funerale: fa domande ai suoi compagni, piange accanto alla bara, abbraccia la madre del ragazzo come fosse una di famiglia. E poi scrive alla giornalista che con dedizione si era occupata del caso: «sono lesbica. Non sono mai stata con una donna, la sola volta che ho provato a baciare una mia amica mi ha respinta schifata e ora non vuole più parlarmi. A scuola sono emarginata, lo sguardo dei miei genitori è un misto di disprezzo e compassione. Non ho altra scelta che morire».

Questa è la prima parte di uno dei nove racconti che compongono Io non so chi sei di Giovanni Pastore. Nove storie che raccontano l'amore e il dolore di chi sceglie di seguire la propria identità affettiva e sessuale, di lottare contro le difficoltà e sofferenze che spesso tale scelta porta con sé. Il titolo, ripreso da una canzone di Mina, è citato da Annamaria, drag queen protagonista di un altro racconto, che si è calata a tal punto nel personaggio che ogni sera presenta nel suo show da aver dimenticato sé stessa.
Fra gli altri personaggi, una madre che dentro di sé rimprovera al figlio gay di non aver realizzato il suo sogno più grande: diventare nonna. Un uomo che dopo la morte del compagno di una vita si chiude in sé stesso fino ad annullarsi. Un ragazzo che studia poesie d'amore per un uomo a cui piace solo essere chiamato troia. Un altro che va in California per incontrare un ‘gay redento' conosciuto in Rete e che gli promette di ‘guarirlo'. Infine lo stesso autore, che inserisce sé stesso in una storia dai toni surreali.

Un libro sull'amore, così viene presentato. Ma anche un libro su chi non ha il coraggio di seguire la propria strada: se ne parla tanto in questi giorni a Genova, in vista del Gay Pride. Da un lato, uomini e donne che pur di non rimanere soli accettano di incatenarsi a rapporti di coppia insostenibili. Dall'altro, la discriminazione di cui ancora oggi tantissimi omosessuali sono vittima del mondo. E un terzo lato, spesso nascosto e per questo ancora più subdolo: la discriminazione che molti omosessuali hanno nei confronti di sé stessi. Il non sapersi accettare per ciò che si è, il sentirsi anormali, il voler guarire a tutti i costi. Il definire la propria identità un problema. Un elemento che permea tutti i nove racconti, lasciandosi dietro un velo di tristezza.

Per questo mi permetto di dare un'avvertenza ai lettori: state tranquilli. Non sono tutti così. Certo, sono molte le persone che si lasciano condizionare dall'idea di essere anormali e preferiscono nascondersi. Sono anche molte le persone che cercano solo avventure occasionali, per poi rifugiarsi nell'apparente normalità di un matrimonio e di una famiglia. Infine sono molte le persone che non riescono a non guardare con disprezzo un figlio/a, un fratello o sorella, un amico/a o un/a collega dopo aver scoperto che è gay.
Ma ci sono anche uomini e donne che vivono in modo sereno e libero la propria sessualità. Che non smettono di credere nell'amore. Che non hanno paura di esternare i propri sentimenti. Sono queste le persone a cui dovete assomigliare, per vivere una vita senza muri, con amore e tolleranza verso sé stessi e gli altri. Questo libro deve essere una sorta di guida a chi non volete essere.

di Marta Traverso

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Nessuno come noi Di Volfango De Biasi Commedia Italia, 2018 Betty è un’insegnante di liceo bella, anticonformista e single per scelta. Umberto è un noto docente universitario, affascinante, strafottente alle prese con un matrimonio noioso e privo di passione. I due si incontrano per la prima volta quando Umberto... Guarda la scheda del film