Magazine Venerdì 15 maggio 2009

Sognare la Morte: che vuol dire?

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Buongiorno,
volevo sottoporle un mio sogno:
ero in magazzino con un amico, di cui non ricordo il volto, quando tra gli scaffali si avvicina una persona completamente incappucciata di nero, che con voce metallica mi dice: «queste sono per te» (erano tre rose rosse). Ho gioito di questo, ma in quel momento il mio amico mi dice: «ma sei scemo? non vedi che quella è la morte?»
Cosa significa? Mi può dare una risposta in tempi ragionevoli?

Buongiorno, sogno breve ma interessante, forse la sintesi è una delle sue caratteristiche. Oppure sono io che appartengo a un'altra dimensione, nella quale le persone si chiamano per nome, si presentano, si scambiano i saluti e così facendo si conoscono un po' meglio? Capisco che siano solo sfumature ma, molte più volte di quanto non si pensi, le sfumature contano. Eccome.

E così, se dovessi darle una risposta in tempi ragionevoli dovrei, prima dovrei avere un'idea di cosa è 'ragionevole' per lei e per me. In tempi in cui si è connessi giorno e notte, 'ragionevole' è nell'ordine dei minuti o delle ore? In questo senso, nonostante la mia buona volontà, non credo che riuscirei ad essere ragionevole. Cosa vuole, è sempre il solito discorso dei punti di vista. E comunque come mai per lei è così importante dare un significato a questo sogno? Forse anche le domande fanno parte della risposta, ma forse esagero con i giri di parole. In fondo siamo tutti più interessati a quello che crediamo essere l'aspetto importante, senza renderci del tutto conto che le cose veramente importanti sono sempre molto più sfaccettate di una stringata recensione.

In ogni caso torniamo al punto: il sogno. Ecco, nella sua essenza potrebbe significare che lei ha a che fare con una persona (o una situazione) che ha sempre considerato ostile e che, invece, l'ha stupita con un gesto d'apertura che lei non si aspettava e che l'ha colta di sorpresa. Dunque ha percepito o vissuto il conflitto tra il credere alla possibilità che ci sia una apertura più amichevole o sentimentale, e il dover ricordare che sempre di situazione ostile e pericolosa si tratta. O che anche le situazioni pericolose hanno su di noi un fascino che potrebbe risultare mortale.
Ecco. Questo il succo. Ma tutto cambia a seconda che lei sia uomo, donna, grande, piccolo, impegnato, single e così via. Cambia un poco anche se lei, nella sua realtà, si è stupito di un gesto inconsueto di un venditore ambulante oppure se ha rivisto, di recente, la trilogia di Stars Wars, o se sua nonna, scuotendo la testa, le ha detto per la centesima volta «non c'è rosa senza spine».
Come vede potrebbe essere un significato banale o profondo perché, come già all'inizio, il vero significato è nascosto nei dettagli, e spesso i dettagli sono proprio quelli che dimentichiamo o ignoriamo e, volutamente, decidiamo di omettere. E invece sono importanti.

Resta il fatto che lei, nel sogno, ha riportato una sensazione di ambiguità che ha rappresentato con l'incongruenza tra l'offerta delle rose, viste come un gesto di amicizia (o d'amore?) da parte di una persona o entità che sino ad ora lei aveva ritenuto, e magari a ragione, un nemico.
Le sembra un significato ragionevole?
Ma non risponda subito alla mia domanda, c'è un trucco: se è troppo ragionevole spesso non vale. Quando mai i sogni (e la vita di relazione) lo sono?
Saluti.

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , Innamorata di un amico del suo ex fidanzato, ma non sa come dirglielo , «Il mio ragazzo guarda film porno, ma non fa sesso con me» , Paura di sposarsi: i dubbi di una ragazza, la risposta dello psicologo , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo

Oggi al cinema

Pulp Fiction Di Quentin Tarantino Thriller Usa, 1994 A 20 anni dalla prima uscita, torna nelle sale il cult Pulp Fiction. Un film entrato nella storia del cinema grazie al genio di Quentin Tarantino. Palma d’oro al Festival di Cannes nel 1994, ben 7 nomination agli Oscar e la vittoria come miglior... Guarda la scheda del film