Magazine Lunedì 23 aprile 2001

Sarà una risata che li seppellirà?

Magazine - Il primo aprile di quest’anno i commercianti della Foce hanno ricevuto un’incredibile quanto gradita comunicazione da parte del Comune di Genova.
In una lettera scritta su carta intestata, il Sindaco invitava i commercianti a segnalare in anticipo l’entità economica delle loro vetrine, possibile bersaglio del movimento antiglobalizzazione in occasione del vertice degli otto grandi.
Indicando un numero di fax e l’indirizzo di un ufficio comunale presso il Matitone, il Comune garantiva così il risarcimento degli eventuali danni arrecati alle vetrine da parte dei manifestanti più agitati.
Forse sprovvisti di calendario i commercianti in questione hanno bersagliato a decine il numero (verde) indicato dalla lettera, arrivando persino a presidiare dalle prime ore della mattina l’inesistente Ufficio Comunale al Matitone. Fino all’amara scoperta di essere stati vittime di un geniale pesce d’aprile organizzato da un celebre gruppo goliardico genovese.

Il colpo messo a segno dai goliardi ricorda molto da vicino i fakes - falsi - una delle attività preferite dei guerriglieri della comunicazione. Dal gennaio di quest’anno è in circolazione un divertente manuale dove è possibile trovare l’elenco completo delle tattiche preferite da questi gioiosi e irriverenti combattenti.
Si tratta di Comunicazione-Guerriglia, Tattiche di agitazione gioiosa e resistenza ludica all'oppressione, che passa in rassegna la creatività comunicativa messa in campo dai gruppi Agit-prop antagonisti, dagli anni Sessanta ai giorni nostri. Il manuale, scritto da Luther Blissett e Sonja Brunzels, descrive il ricco repertorio di quelle pratiche che hanno tentato e tentano di produrre effetti sovversivi attraverso interventi nei processi comunicativi: detournement, sniping, cut-up, collage, camouflage, happening, teatro invisibile, imbrattamento dell'immagine, nomi multipli, attacchi psichici, plagiarismo, inversione di senso dei messaggi pubblicitari, falsificazione, graffitismo, travestimenti, lancio di torte, etc.
I guerrieri della comunicazione agiscono in tutti gli spazi pubblici costruiti dai media. Praticano una sorta di satira militante, basandosi su azioni sovversive e pacifiche, ma anche piacevoli e divertenti, sabotando le immagini dei politici ufficiali, creando falsi scoop e facendo cadere nelle loro trappole gli operatori dell'informazione e dell'immagine.

Comunicazione-Guerriglia
di Luther Blissett e Sonja Brunzels
Derive e Approdi edizioni, gennaio 2001,
£.26.000

di Matteo Jade

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Colette Di Wash Westmoreland Drammatico 2018 Quando Colette sposa Willy, celebre imprenditore letterario, lascia per la prima volta la sua adorata campagna e viene catapultata nella Parigi libertina della Belle Époque. La scoperta della passionale vita coniugale, gli intrighi ed i tradimenti... Guarda la scheda del film