Magazine Giovedì 19 aprile 2001

Cure

Magazine - Musica. E’ la prima cosa che noto entrando. Potente e lacerante. Una batteria martellante, basso e chitarre. La ragazza piange in un angolo. E’ sola, ma non è la protagonista della scena. E’ un semplice sottofondo, una figura di contorno. E’ lì per piangere. La musica... gronda dalle pareti della stanza. Il volume è altissimo. I muri sembrano cedere. L’aria è densa di suono. Devo aprire la finestra. Ma il mondo fuori è immobile, ascolta. E il mare, perchè non si muove? La voce distorta urla parole dure. Mi colpisce allo stomaco. Le tocco la spalla. Mi sfiora la mano. E’ andato via! Amore usa e getta? Stagionale? No, Sette anni di una vita. Piangi pure, ne hai diritto. Ma chi piange di rabbia con te? Chi urla questa disperazione? I Cure? Mai sentiti. Mi stordiscono. Cerco scampo vicino alla finestra. Il mare... è nero. Non per il solo buio. Nero, come se decine di petroliere fossero affondate. Cosa succede? E’ gonfio di rabbia, come te, come loro. Cosa gli stai facendo? Un pensiero assurdo. Gli fai ascoltare questa musica. Esso ti ascolta, ascolta il tuo dolore e il tuo rancore e li fa suoi. E, immobile, odia. E aspetta. Stanotte colpirà. “You mean nothing, you mean nothing” Niente, è vero, ma ti prego non ascoltarli, mostra una piccola onda, accarezza la rena. No, lo sento bollire nell’afa stantia di questa notte e trascinare in superficie creature boccheggianti, inviaschiate e soffocate da quell’oscuro e denso liquido. Cazzo! Abbassa quello stereo e smettila di piangere! Silenzio. Ovunque. La notte ascolta solo te. Ma c’è qualcos’altro! Cresce dentro me. E’ quella rabbia, quella musica. Ha invaso anche la mia mente, circola nel mio sangue. Cosa faccio qui? Ero venuto solo per aiutarti, e invece...non me ne libererò più. “I will never clean again”. No, mai più pulito.


Emiliano Angelini

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione