Magazine Giovedì 19 aprile 2001

Cure

Magazine - Musica. E’ la prima cosa che noto entrando. Potente e lacerante. Una batteria martellante, basso e chitarre. La ragazza piange in un angolo. E’ sola, ma non è la protagonista della scena. E’ un semplice sottofondo, una figura di contorno. E’ lì per piangere. La musica... gronda dalle pareti della stanza. Il volume è altissimo. I muri sembrano cedere. L’aria è densa di suono. Devo aprire la finestra. Ma il mondo fuori è immobile, ascolta. E il mare, perchè non si muove? La voce distorta urla parole dure. Mi colpisce allo stomaco. Le tocco la spalla. Mi sfiora la mano. E’ andato via! Amore usa e getta? Stagionale? No, Sette anni di una vita. Piangi pure, ne hai diritto. Ma chi piange di rabbia con te? Chi urla questa disperazione? I Cure? Mai sentiti. Mi stordiscono. Cerco scampo vicino alla finestra. Il mare... è nero. Non per il solo buio. Nero, come se decine di petroliere fossero affondate. Cosa succede? E’ gonfio di rabbia, come te, come loro. Cosa gli stai facendo? Un pensiero assurdo. Gli fai ascoltare questa musica. Esso ti ascolta, ascolta il tuo dolore e il tuo rancore e li fa suoi. E, immobile, odia. E aspetta. Stanotte colpirà. “You mean nothing, you mean nothing” Niente, è vero, ma ti prego non ascoltarli, mostra una piccola onda, accarezza la rena. No, lo sento bollire nell’afa stantia di questa notte e trascinare in superficie creature boccheggianti, inviaschiate e soffocate da quell’oscuro e denso liquido. Cazzo! Abbassa quello stereo e smettila di piangere! Silenzio. Ovunque. La notte ascolta solo te. Ma c’è qualcos’altro! Cresce dentro me. E’ quella rabbia, quella musica. Ha invaso anche la mia mente, circola nel mio sangue. Cosa faccio qui? Ero venuto solo per aiutarti, e invece...non me ne libererò più. “I will never clean again”. No, mai più pulito.


Emiliano Angelini

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Manhattan Di Woody Allen Commedia,Drammatico,Romantico U.S.A., 1979 Isaac 42enne scrittore televisivo di New York, ha una vita sentimentale complicata, dopo aver divorziato dalla moglie che lo ha abbandonato per una donna, incontra e frequenta Mary, amante del suo migliore amico, ma presto si innamora di Tracy una diciassettenne... Guarda la scheda del film