Magazine Martedì 23 dicembre 2008

«Amo un uomo bello e dannato»

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Ho fatto l'amante per tre anni e mezzo, lui ha mollato la compagna e la figlia per me, ma quando finalmente abbiamo avuto la nostra casa, la nostra vita e la nostra stabilità mi sono presa una sbandata per un ragazzo che ha un anno piu di me. È il classico bello e dannato: tutto moto e discoteche, si è mollato dopo cinque anni di fidanzamento e si dà alla pazza gioia. Usciamo una sera, ad agosto, e scoppia la passione. Da allora non riusciamo più a dividerci: io mollo l'uomo con cui stavo per vivere liberamente questa situazione. Lui non si rassegna, mi segue, mi aggredisce, io vado avanti con la nuova storia a testa alta.
Questo nuovo ragazzo non mi dà certezze, non fa dichiarazioni d'amore, ma piano piano la nostra storia si sta evolvendo: da una volta alla settimana, adesso ci vediamo quasi tutti i giorni, dormiamo insieme parecchie volte, siamo andati via per un weekend ed passeremo insieme il Capodanno, però ci sono ancora momenti in cui lui sparisce, e soprattutto non si sbilancia mai.
Non dice se con me sta bene o no: si tiene tutto dentro tranne il fatto che, al momento, non vuole smettere di correre in moto e non vuole creare nulla a livello di famiglia & C. Io ero abituata, con il mio ex, ad essere trattata come una regina, mi ha dimostrato un amore che credo non troverò mai più in tutta la mia vita, ma mi sono anche resa conto che non ero innamorata di lui, ma del modo in cui mi amava. Ora invece sono serena: non ho più nessuno che mi chiude in una gabbia come faceva il mio ex, godo di una sessualità appagante e vivo questa storia giorno per giorno, tra alti e bassi. Mi mancano certe cose del mio ex - la stabilità e la certezza che lui mi dava - ma l'emozione che provo ora non ha pari.
Sono io ad essere incosciente?

Da quello che scrive, lei è senza alcun dubbio pienamente cosciente. È cosciente di ciò che ha fatto e di ciò che sta facendo, è cosciente di ciò che ha lasciato e di ciò che la sua vita è adesso. È cosciente delle sue emozioni ed è consapevole di essere serena ed allo stesso tempo emozionata.
È all’altra domanda che non credo di avere una risposta altrettanto chiara, ovvero se lei ha fatto bene a fare quello che ha fatto. Io spero proprio che lei trovi da sola la sua risposta tra qualche anno sorridendo a quello che, a quel punto, sarà solo una parte del suo passato.
E quindi non è meravigliosamente opportuno che io le auguri, adesso, un Buon 2009?

Auguri

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , «Il mio ragazzo guarda film porno, ma non fa sesso con me» , Paura di sposarsi: i dubbi di una ragazza, la risposta dello psicologo , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre

Oggi al cinema

Macchine mortali Di Christian Rivers Azione 2018 Dopo una guerra che ha devastato il mondo in sessanta minuti, ridefinendone addirittura la geografia, Londra è diventata una città predatrice, in movimento su enormi cingoli e armata di arpioni, che ha lasciato l'Inghilterra in cerca di... Guarda la scheda del film